Ferrara: “Campionato finito. Juventus e la Champions? Con CR7 si può. E sulla lotta al quarto posto…”

Ferrara: “Campionato finito. Juventus e la Champions? Con CR7 si può. E sulla lotta al quarto posto…”

“Non credo sia un’ossessione ma un obiettivo”

di Redazione ITASportPress

Ciro Ferrara è intervenuto a Radio 1 durante la trasmissione Radio Anch’Io Sport per parlare dei temi caldi del calcio italiano e non solo. L’ex difensore di Napoli e Juventus e della Nazionale italiana ha affronato il tema Champions League ma anche la lotta per lo scudetto e per le posizioni che valgono la qualificazione alle competizioni europee.

CHAMPIONS – “Se la Coppa è diventata un’ossessione per la Juventus? Non credo, penso sia però il grande obiettivo. CR7 ha aumentato le possibilità di vincerla, ma serve anche fortuna durante il percorso e serve arrivarci nel modo migliore. Non sempre è così. Ma questo vale per tutte le squadre. Senza Bonucci e Chiellini in Champions? Le loro assenze potrebbero pesare anche se Caceres comunque non è l’ultimo arrivato anche se ha bisogno di integrarsi nonostante conosca bene l’ambiente. Rugani? Deve prendersi qualche responsabilità ma senza i due perni di riferimento è difficile. Anche l’Atletico Madrid non mi sembra in un ottimo momento”.

DYBALA – “Caso Dybala alla Juventus? Allegri ha dimostrato di poter coinvolgere tanti calciatori, magari cambiandogli anche il ruolo. La panchina contro il Sassuolo, forse, è dovuta ad una sorte di punizione per il comportamento avuto contro il Parma. Era capitano anche a Higuain qualche anno fa. A Bonucci anche. Questa è la filosofia della Juventus. Detto questo, Dybala ha cambiato ruolo e sta giocando come chiede l’allenatore”.

NAPOLI – “Delusione a Napoli per via del distacco con la Juventus? Il Napoli ha otto punti in meno rispetto alla passata stagione, ma non bisogna buttarsi giù. Il campionato italiano è un pò come quello inglese, le prime in classifica hanno circa 60 punti. Se il Napoli fosse in Spagna sarebbe prima in classifica. In Italia la Juventus ha una rosa importante e c’è grande divario con le altre. Se io sono un nostalgico di Sarri? Carlo è una grandissima persona e un grandissimo allenatore. Non bisogna perdere la speranza e la calma. Il secondo posto, in questo campionato e contro questa Juventus è un ottimo risultato. Spero possa fare il massimo fino alla fine della stagione”.

LOTTA EUROPA – “La vera attrazione è proprio la lotta per le zone Europa. La battaglia è molto interessante. Il Milan mi ha fatto un’ottima impressione anche ieri sera contro il Cagliari. Sono contento per Gattuso, si vede che la squadra lo segue. Il gruppo lo segue nonostante le mille difficoltà avute.

ICARDI – “Ha ragione Spalletti per mettere fretta alla società per chiudere la vicenda rinnovo? Non l’avrei detto in conferenza stampa. Avrei discusso in privato per risolvere la problematica sul rinnovo di Icardi. Qualche problemino forse c’è. Sembra quasi una risposta al caso Perisic. Non credo che Icardi sia condizionato

MERTENS – “Soffre la panchina e la non titolarità sicura? Ha fatto bene da titolare, ma anche quando subentrava. Penso che sia cambiato qualcosa tatticamente nel Napoli. Questo può influire sicuramente”.

NAZIONALE– “Mancini riuscirà a fare bene? Me lo auguro. Finalmente ci sono dei giovani interessantissimi: Zaniolo, Barella, Pellegrini, Cristante, Romagnoli. Al centrocampo abbiamo tantissime alternative e giocano anche titolari nel loro club. Se giocassero a livello internazionale sarebbe perfetto. Il futuro sembra davvero interessante”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy