La nuova vita di Tyson: produttore di cannabis

La nuova vita di Tyson: produttore di cannabis

Iron Mike non finisce di stupire e dedica alla propria nuova attività un ranch di 40 acri

A Mike Tyson, si sa, piace fare le cose in grande. Sul ring, attraverso la lunga serie di vittorie di una carriera leggendaria, ma anche fuori. La vita del campione di Brooklyn prima, durante e dopo il proprio percorso pugilistico è stata piena di episodi da censurare fino a sconfinare nell’uso di cocaina e nel carcere per un caso di stupro.

Ora, a 52 anni, ecco l’ultima trovata di Iron Mike che, come documenta il sito Blast.com, ha deciso di dedicarsi alla produzione di cannabis, attività diventata legale in California. L’ex campione del mondo dei massimi non si è però accontentato di un orticello, scegliendo di aprire, insieme ai propri due soci in affari, addirittura un ranch nel quale verrà pure prodotta marijuana, della cui coltivazione Tyson è un sostenitore di vecchia data, anche per utilizzo ricreativo.

Il terreno, di 40 acri, sorgerà a 60 miglia a sud-ovest del Parco nazionale della Death Valley e conterrà pure una scuola di coltivazione per aiutare gli “allievi” a ottenere il massimo dai propri ceppi. Previste inoltre ricerche per sviluppare gli usi clinici della marijuana.

L’iniziativa è stata benedetta dal governo della California, che ha descritto il Ranch come “un’occasione di rinascita” per la città che creerà tanti posti di lavoro. Chissà che dopo questa Mike non si butti in politica…

Tyson-Alì, la sfida impossibile…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy