Ronaldo, il Valladolid e il poker: “Come una partita di calcio. Lo amo perché…”

Ronaldo, il Valladolid e il poker: “Come una partita di calcio. Lo amo perché…”

“Sono completamente innamorato del poker”

di Redazione ITASportPress

Dai successi sul campo di calcio come giocatore, a quelli sul tavolo da poker. Senza dimenticare l’esperienza da presidente del Valladolid. Ronaldo, il Fenomeno, dopo aver appeso gli scarpini al chiodo ha spaziato tra tante attività per ritrovare quel sorriso che lo ha sempre caratterizzato.

Come riporta il Sun, il brasiliano, dopo essersi cimentato in diverse attività, dalla soap opera alle automobili, pare aver trovato la sua strada. Diventato numero uno del Valladolid, ma anche giocatore professionista di poker in cui, lo stesso Fenomeno ha ammesso di ritrovare quelle emozioni che il calcio giocato gli dava.

COME UNA PARTITA DI CALCIO – “Amo il poker perché è una competizione continua e questo quello mi piace. Da quando mi sono ritirato dal calcio, mi diverto ancora molto a vivere una gara, una competizione. Quindi giocare un torneo di poker mi dà la stessa sensazione di una partita di calcio, è bello essere in gara e competere”. Di recente Ronaldo ha ottenuto anche un ottimo piazzamento in un evento importante, vincendo bene 30mila dollari. “Quando parli con il tuo cuore, la gente ti capisce”, ha detto il Fenomeno sul suo rapporto con le persone. E sul poker ha poi aggiunto: “Sono completamente innamorato del poker”.

PALLONE – Ma il mondo del calcio resta nel suo DNA e Ronaldo, come ben noto, ha acquistato il Valladolid, club che milita nel campionato spagnolo. Il Fenomeno è ambizioso: “Vogliamo che il Real Valladolid si consolidi nella massima serie e continui a costruire qualcosa di importante per il futuro. Non si fermerà alla semplice salvezza, perché vogliamo crescere fino a dove le nostre speranze e i nostri mezzi ci permettono”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy