Boxe, ai Giochi Olimpici arriva il ‘Bar’: può ribaltare i verdetti dei giudici

Boxe, ai Giochi Olimpici arriva il ‘Bar’: può ribaltare i verdetti dei giudici

E’ un ausilio video e tecnologico, la cui denominazione completa è “Bout Analisys Review” che servirà a riesaminare e analizzare, dopo ricorso di chi ritiene di essere stato danneggiato da arbitro o giudici

di Redazione ITASportPress

Dopo la Var nel calcio ecco il “Bar” nel pugilato, un ausilio video e tecnologico, la cui denominazione completa è “Bout Analisys Review” che servirà a riesaminare e analizzare, dopo ricorso di chi ritiene di essere stato danneggiato da arbitro o giudici, le fasi di un match il cui verdetto potrà perfino essere ribaltato.

Finora dopo la protesta ufficiale, come fece l’Italia a Rio dopo il verdetto dell’incontro dei massimi fra Clemente Russo ed Evgenij Tischenko, si poteva arrivare (come effettivamente successe in terra carioca) solo all’esclusione dal torneo di quei giudici le cui decisioni avevano suscitato a dir poco perplessità.

Il risultato dell’incontro però non poteva essere modificato: ora si cambia. Il Bar verrà introdotto alle Olimpiadi, fin da Tokyo 2020, e dovrebbe servire a risolvere l’annoso problema dei verdetti scandalosi che troppo spesso hanno danneggiato ai Giochi l’immagine della ‘nobile arte’, fino a spingere il Cio a minacciarne la cancellazione dal programma.

Questa novità storica è stata ufficializzata oggi, dopo le riunioni svoltesi a Roma fra i massimi esponenti della Commissione tecnica dell’Aiba, ente mondiale del pugilato olimpico, e del Comitato esecutivo. A volerle è stato in particolare il presidente ‘ad interim’ Franco Falcinelli, in carica dopo le vicende finanziarie che hanno travolto il suo predecessore Wu Ching-kuo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy