Dalla moto rubata alla “promozione” in Superbike: il caso di Barbera

Dalla moto rubata alla “promozione” in Superbike: il caso di Barbera

Il pilota spagnolo correrà ad Assen

di Redazione ITASportPress

Dal furto subìto ad una clamorosa “promozione”. Questa è la curiosa vicenda che riguarda Hector Barbera. Il pilota spagnolo aveva avuto una brutta sorpresa domenica scorsa, quando, entrato nel paddock di Aragon per prepararsi in vista della gara di Supersport, ha notato e denunciato la scomparsa della sua moto. A causa della sparizione, l’ex top rider del Motomondiale non ha potuto prendere parte alla corsa. Tuttavia, fortunatamente, Barbera ha avuto un inaspettato risarcimento: il team Orelac gli affiderà la sua Kawasaki per sostituire l’infortunato Leandro “Tati” Mercado ad Assen nella prossima tappa del Mondiale Superbike. Queste le parole di Hector: “È spiacevole salire su una moto per sostituire un compagno infortunato e mando a Tati tutto il mio sostegno e la mia forza, in modo che si riprenda il prima possibile. Darò tutto per l’Orelac Racing VerdNatura, una squadra assolutamente preparata. Penso che Superbike sia la mia categoria. Dopo nove anni in MotoGP, quattro gare Moto2, quattro gare Supersport e due gare in questa stagione, ho molto più in mente una moto da 1.000 cc, con più potenza. La squadra soddisfa le mie condizioni e io sono molto preparato. Ho una voglia di rivincita incredibile. La vita ti dà sempre un’opportunità e la prenderò. Voglio ringraziare José e Nacho Calero perché hanno reso possibile questa occasione e voglio restituire loro questa fiducia con un buon risultato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy