Pallanuoto, final six: derby partenopeo va alla Canottieri Napoli

Pallanuoto, final six: derby partenopeo va alla Canottieri Napoli

Sarà la Canottieri Napoli ad affrontare i campioni d’Italia dal 2006 della Pro Recco

di Redazione ITASportPress

La BPM Sport Management affronterà l’AN Brescia nella prima semifinale della final six di pallanuoto maschile, in svolgimento a Sori. Nel primo quarto di finale batte la Carisa Savona 6-5 (2-1, 2-0, 2-3, 0-1) grazie ad una buona difesa e al break di 3-0 – piazzato nella prima parte di gara per il 4-1, poi 5-2 – gestito sino alla fine seppur con qualche rischio. Sarà invece la Canottieri Napoli ad affrontare i campioni d’Italia dal 2006 della Pro Recco, peraltro campioni d’Europa in carica e detentori della Coppa Italia. Nel derby partenopeo contro la Robertozeno Posillipo si impongono per 9-6 (parziali 4-2, 1-1, 2-1, 2-2) con tripletta di Brguljan e doppiette di Borrelli e Campopiano. Canottieri subito sul 3-0, 5-2 e poi avanti anche 7-3. Vana la rimonta sul 7-6 con Marinic in evidenza, autore di tre reti.

BPM SPORT MANAGEMENT-CARISA SAVONA 6-5
BPM Sport Management: Oliva, Andrea Di Fulvio, Busilacchi 1, Coppoli 1, Vergano, Petkovic, Di Somma 1, Jelaca, Mirarchi 1, Bini 1, Razzi, Deserti 1, Lazovic. All. Baldineti.
Carisa Savona: Antona, Alesiani 1, Pesenti 1, Colombo, Lorenzo Bianco, Cesini, Mistrangelo 1, Milakovic, Giovanni Bianco 1, Agostini 1, Piombo, Sadovyy, Zerilli. All. Angelini.
Arbitri: Riccitelli e Bianchi.
Note: parziali 2-1, 2-0, 2-3, 0-1. Lazovic (SM) in porta. Espulso per proteste, dalla panchina, Zerilli (CS) a 6’25 del quarto tempo. Ammoniti per proteste i tecnici Angelini (CS) a 2’32 e Baldineti (SM) a 4’52 nel secondo tempo. Uscito per limite di falli Lorenzo Bianco (CS) a 5’42 del quarto tempo. Superiorità numeriche: BPM Sport Management 5/16, Carisa Savona 1/9. Spettatori 800 circa.

CRONACA. La BPM sfrutta meglio le superiorità numeriche (2/5), difende con aggressività e ordine e chiude il primo parziale avanti 2-1 con le reti di Di Somma (doppia) a 1’10 e Mirarchi a 6’14; nel mezzo il momentaneo pareggio di Alesiani, che incrocia da posizione centrale a uomini pari, a 3’06, con la Carisa Savona incapace di sfruttare tre occasioni con l’uomo in più e con Luca Bianco e Sadovyy gravati da due espulsioni. Nel secondo tempo la Sport Management allunga sul 4-1 con le reti in superiorità numerica di Coppoli (doppia) a 3’51 e di Busilacchi a 5’31 su sei tentativi (4/12). La Carisa Savona non si sblocca, ferma ancora sullo 0/5 malgrado una doppia e con Alesiani e Colombo che si aggiungono alla lista dei diffidati, insieme a Vergano. Nel terzo tempo la Carisa Savona rosicchia lo svantaggio (6-4) e si sblocca in superiorità numerica. Dopo 14 minuti di nulla offensivo segna Giovanni Bianco a 1’10; risponde Bini a 2’18, ma replicano Mistrangelo a 2’45 e Agostini a 7’08 (5-4) per il primo gol in superiorità numerica in otto tentativi. Deserti a 7’41 riallunga con l’uomo in più (5/14). Coppoli e Agostini si aggiungono alla lista degli atleti con due falli gravi, ma entrambe le panchine sono brave a gestire le rotazioni. Nell’ultimo quarto Pesenti riporta in scia la Carisa Savona a 1’56, ma la BPM è brava a controllare la partita e a far prevalere la propria difesa pur senza segnare. Vanificate le tre superiorità numeriche assegnate per il 5/16 della BPM Sport Management e l’ 1/9 della Carisa Savona.

ROBERTOZENO POSILLIPO-CC NAPOLI 6-9
Robertozeno Posillipo: Caruso, Cuccovillo, Marinic Kracig 3, Foglio, Klikovac, Russo, Renzuto Iodice, Briganti, Buslje 1, Saviano, Dolce 1, Saccoia 1, Negri. All. Occhiello.
CC NAPOLI: Turiello, Buonocore, Di Costanzo 1, Baviera, Brguljan 3, Borrelli 2, Mattiello, Campopiano 2, Maccioni, Velotto, Baraldi 1, Esposito, Vassallo. All. Zizza.
Arbitri: Daniele Bianco e Severo.
Note: parziali 2-4, 1-1, 1-2, 2-2. In porta Negri (P) e Vassallo (N). Ammoniti i tecnici Zizza (N) a 2’43 e Occhiello (P) a 7’38 del terzo tempo per proteste. Espulso con sostituzione Saccoia (P) a 2’04 del quarto tempo. Usciti per limite di falli Buonocore (N) a 3’34, Buslje (P) a 3’52 ed Esposito (N) a 5’08 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Robertozeno Posillipo 4/10, CC Napoli 7/13. Spettatori 600 circa.

CRONACA. Tutte trasformate le superiorità numeriche del primo tempo con a segno Brguljan a 2’37 e a 4’27 (2-0), Campopiano (4-1) a 6’45 e Saccoia (4-2) a 7’17; in gol a uomini pari Borrelli a 5’01 per il massimo vantaggio della Canottieri Napoli (3-0) e Marinic a 6’09 per il primo gol della Robertozeno Posillipo (3-1). Nel secondo tempo Brguljan in controfuga riporta la Canottieri Napoli sul +3 (5-2) a 6’32; Marinic replica 36″ dopo finalizzando la seconda superiorità numerica prodotta (5-3). Nel terzo tempo la Canottieri Napoli raggiunge il + 4 con i gol in superiorità numerica (5/9) di Borrelli a 4’10 e Di Costanzo a 7’38 (doppia per il 7-3); poi Buslje riduce il gap (7-4) a 7’51 con l’uomo in più (3/5). La Robertozeno Posillipo torna su nel quarto tempo con Marinic in superiorità numerica a 3’05 (7-5) e con Dolce a 3’36 (7-6), ma la Canottieri Napoli allunga di nuovo trasformando due volte l’uomo in più con Baraldi a 4’08 e Campopiano a 5’53. Nel mentre erano usciti per limite di falli Buonocore, Buslje ed Esposito ed era stato espulso con sostituzione per proteste Saccoia, ammonito con diffida.

FINAL SIX. Il successo della BPM Sport Management sulla Carisa Savona per 6-5 apre la final six della 97esima edizione del campionato di serie A1 maschile, in svolgimento a Sori ed organizzata dalla Federnuoto e dalla Pro Recco. Dieci partite in tre giorni e dieci squadre impegnate; sei per lo scudetto e quattro per la permanenza nella massima serie con una retrocessione. Un mini campionato nel campionato. Delle squadre quattordici della stagione regolare soltanto quattro hanno già concluso il campionato: la Carpisa Yamamay Acquachara, settima e prima delle escluse dalle finali; Pallanuoto Trieste e Bogliasco Bene, rispettivamente ottava e nona, salve in anticipo; RN Sori già retrocessa in A2.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy