Pattini perfetti per uno sport meraviglioso

Pattini perfetti per uno sport meraviglioso

Il pattinaggio a rotelle non è uno sport solo per bambini

di Redazione ITASportPress

Un caldo pomeriggio d’estate, l’ombra del cortile sotto casa e un paio di pattini a rotelle nuovi di zecca: chi di noi, da bambino, non ha vissuto almeno una volta l’emozione di inforcare i pattini e sentirsi incredibilmente libero e spensierato? Il pattinaggio a rotelle, però, non è uno sport solo per bambini, anzi! Anche gli adulti, infatti, possono trarne numerosi benefici:

Pattinare permette di allenarsi in maniera efficace, senza sollecitare le articolazioni, anche in caso di problemi noti.

Si tratta di un allenamento cardio (e, quindi, aerobico) efficace al pari della corsa, che permette di bruciare grassi senza causare problemi alle articolazioni e alla schiena.

Lo sforzo richiesto dallo spostamento sui pattini coinvolge quasi esclusivamente i muscoli delle gambe e i glutei: inutile sottolineare che, con un allenamento costante, verranno tonificati in maniera evidente.

Pattinare, almeno all’inizio, non è proprio tra le attività sportive più semplici e lo sa bene chiunque non abbia un equilibrio e una stabilità eccellenti: utilizzare i pattini con costanza, però, permette di migliorare notevolmente sotto questo punto di vista.

Come già accennato, il pattinaggio è un’attività aerobica e in quanto tale migliora la resistenza fisica, oltre a rinforzare i muscoli delle gambe.

Ultima, ma non certo per importanza, è l’azione benefica che indossare dei pattini ha sul nostro umore: avete mai visto pattinare qualcuno che avesse una faccia triste?

Pattini a rotelle: come sceglierli

Molte sono le accortezze da seguire e gli aspetti da tenere in considerazione per poter scegliere il giusto paio di pattini:

La misura esatta. Né troppo piccoli né troppo grandi: nel primo caso, indossarli a lungo potrebbe risultare fastidioso se non addirittura doloroso; nel secondo caso, il rischio è che lo scarponcino non sostenga bene la caviglia durante i movimenti, il che è fondamentale.

Le ruote. La scelta è tra ruote morbide e ruote dure: le prime hanno un grip migliore e maggiore resistenza agli urti, le seconde sono decisamente più durevoli. In ogni caso è sempre bene evitare acqua, sabbia e sporcizia mentre si pattina.

Scarponcino rigido o morbido. Il primo è perfetto per i lunghi tragitti, perché assicura una buona stabilità e un buon supporto; quello morbido risulta, però, più ventilato e decisamente più leggero.

Le protezioni. Principianti o esperti, è sempre bene scegliere delle protezioni adeguate e soprattutto certificate. Fondamentale è una protezione per la nuca, i polsi, ginocchia e gomiti, le parti del corpo maggiormente a rischio in caso di caduta.

Un po’ di storia

Chi pensa che i pattini a rotelle siano un retaggio dei gloriosi anni Ottanta, si sbaglia di grosso: il pattinaggio esiste già dalla metà del Settecento, quando un londinese particolarmente creativo si esibì in volteggi a corpo libero con quelli che possiamo considerare dei pattini ante litteram. Di lì a poco, nacque la prima versione dei pattini “in linea” (sebbene ancora molto rudimentale), mentre per le quattro ruote si dovette aspettare la seconda metà dell’Ottocento. Possiamo dire che da allora, fatta eccezione per il normale restyling estetico e l’affinamento tecnico, i pattini a quattro ruote ancora oggi utilizzati nel pattinaggio artistico siano rimasti praticamente immutati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy