Sci, il gigante di Beaver Creek al tedesco Luitz. La Shiffrin domina il superG donne di Lake Louise

Sci, il gigante di Beaver Creek al tedesco Luitz. La Shiffrin domina il superG donne di Lake Louise

Coppa del mondo di sci alpino che entra nel vivo

di Redazione ITASportPress

A più di un anno dall’infortunio che lo aveva fermato, Stefan Luitz si prende una grandiosa rivincita sul destino e va a vincere, per la prima volta in carriera, una gara difficilissima, condizionata nella seconda manche dal cedimento del manto nevoso, via via sempre più segnato, che costringeva anche i più grandi a cedere il passo all’arrembante Thomas Tumler, svizzero partito con il pettorale numero 48 e classificatosi al 21/o posto a metà gara. Poi Tumler ha staccato il tempo della vita che lo ha portato fino al terzo posto finale, dietro a Marcel Hirscher, uno dei due atleti in grado di batterlo nella seconda frazione. Henrik Kristoffersen, invece, non riesce nell’impresa e soffre al quarto posto, davanti a un’ottimo Loic Meillard.
In casa Italia si registra la bella gara di Riccardo Tonetti, che dal decimo della prima frazione recupera due posizioni e chiude all’ottavo posto finale, mantenendo il distacco da Luitz nell’1″10.
Manfred Moelgg, ottimo nella prima manche che lo aveva visto al quinto posto, ha sofferto moltissimo il deteriorarsi della pista, facendo registrare il 25/o parziale e scendendo al 16/o posto finale. Immeritato per come aveva saputo sciare il marebbano nella prima metà.
Fuori dai trenta nella prima manche tutti gli altri azzurri in gara, con un De Aliprandini troppo falloso, un Borsotti buono fino ad un grave errore prima dell’ingresso nel piano e gli altri da rivedere.
La classifica generale maschile è ancora molto corta al termine della trasferta americana e vede al comando Max Franz con 238 punti, davanti a Mauro Caviezel che ne ha 227 e a Vincent Kriechmayr a quota 211. Il primo azzurro è Dominik Paris, ottavo con 152 punti.
Ora la Coppa maschile si trasferisce in Francia, a Val d’Isère, per un gigante ed uno slalom nel prossimo fine settimana.

Ordine d’arrivo GS maschile Beaver Creek (Usa):
1. (1). Stefan Luitz GER 2’36″52
2. (2). Marcel Hirscher AUT +0″14
3. (21). Thomas Tumler SUI +0″51
4. (3). Henrik Kristoffersen NOR +0″67
5. (4). Loic Meillard SUI +0″84
6. (6). Matts Olsson SWE +0″90
7. (12). Mathieu Faivre FRA +0″91
8. (10). Riccardo Tonetti ITA +1″10
8. (13). Ted Ligety USA +1″10
10. (8). Victor Muffat-Jeandet FRA +1″12
11. (29). Rasmus Widingstad NOR +1″27
12. (15). Leif Kristian Nestvold-Haugen NOR +1″30
13. (14). Gino Caviezel SUI +1″55
14. (7). Alexis Pinturault FRA +1″56
15. (19). Tommy Ford USA +1″69
16. (5). Manfred Moelgg ITA +1″84
17. (16). Alexander Schmid GER +1″93
18. (18). Brian Mclaughlin USA +2″00
19. (26). Adam Zampa SVK +2″06
19. (25). Erik Read CAN +2″06
21. (20). Thomas Fanara FRA +2″11
22. (17). Ryan Cochran-Siegle USA +2″21
23. (27). Johannes Strolz AUT +2″39
24. (11). Fritz Dopfer GER +2″59
25. (22). Elia Zurbriggen SUI +2″60
26. (9). Zan Kranjec SLO +2″65
27. (23). Marco Odermatt SUI +2″74
28. (30). Kjetil Jansrud NOR +3″44
29. (24). Philipp Schoerghofer AUT +5″55

34. Luca De Aliprandini ITA
43. Giovanni Borsotti ITA
45. Roberto Nani ITA
49. Giulio Giovanni Bosca ITA
50. Alex Hofer ITA

superG femminile Lake Louise

Mikaela Shiffrin dà una nuova scossa alla storia dello sci alpino femminile aggiudicandosi il supergigante che ha chiuso la tre giorni di competizioni sulla Men’s Olympic di Lake Louise. La supercampionessa statunitense ha tolto lo zero nell’unica casella che ancora le mancava e con la 46sima vittoria della carriera raggiunge Renate Goetschl al quarto posto nella graduatoria delle plurivincitrici, davanti rimangono soltanto Lindsey Vonn con 82 trionfi, Annemarie Proll con 62 e Vreni Schneider con 55. Ma soprattutto aggiorna il suo inimitabile curriculum che prevede pure un trionfo in discesa, 6 in gigante, 1 in combinata, 3 nello slalom parallelo e 34 nell’amato slalom.

Alle spalle di Mikaela si sono piazzate la norvegese Ragnhild Mowinckel e la tedesca Viktoria Rebensburg, ma i distacchi rimediati (rispettivamente 77 e 83 centesimi) la dicono lunga sulla superiorità della Shiffrin, mentre Ramona Siebenhofer e Valerie Grenier. Cinque le azzurre nelle trenta. Federica Brignone si è piazzata dodicesima a 1″16, appena una posizione di Elena Curtoni che ha mostrato promettenti segnali di ripresa dopo l’infortunio che le ha fatto saltare l’intera scorsa stagione. Sedicesima Nadia Fanchini, diciottesima Nicol Delago e venticinquesima Francesca Marsaglia portano a casa punti utili, non ce la Anna Hofer. La classifica generale vede Shiffrin consolidare la propria leadership con 489 punti, davanti a Gisin con 251 e Schmidhofer con 224, Brigone è quarta con 223. Il prossimo appuntamento è fissato a St. Moritz: sabato 8 dicembre supergigante, domenica 9 dicembre slalom parallelo.

Ordine d’arrivo SG femminile Lake Louise (Can):
1. Mikaela Shiffrin (Usa) 1’19″41
2. Ragnhild Mowinckel (Nor) +0″77
3. Viktoria Rebensburg (Ger) +0″83
4. Ramona Siebenhofer A(ut) +0″84
5. Valerie Grenier (Can) +0″88
6. Romane Miradoli (Fra) +0″90
6. Anna Veith (Aut) +0″90
8. Lara Gut-Behrami (Svi) +0″98
9. Stephanie Venier (Aut) +1″00
10. Ilka Stuhec (Slo) +1″07
11. Nicole Schmidhofer (Aut) +1″09
12. Federica Brignone (Ita) +1″16
13. Elena Curtoni (Ita) +1″25
14. Michelle Gisin (Svi) +1″26
15. Tina Weirather (Lie) +1″28
16. Nadia Fanchini (Ita) +1″30
17. Cornelia Huetter (Aut) +1″39
18. Nicol Delago (Ita) +1″46
19. Corinne Suter (Svi) +1″48
20. Marie Michele Gagnon (Can) +1″76
21. Joana Haelen (Svi) +1″82
22. Tiffany Gauthier (Fra) +1″87
23. Kajsa Vickhoff Lie (Nor) +1″93
24. Ricarda Haaser (Aut) +1″96
25. Francesca Marsaglia (Ita) +1″98
26. Jasmine Flury (Svi) +2″02
27. Ester Ledecka (Cze) +2″11
28. Jennifer Piot (Fra) +2″16
29. Priska Nufer (Svi) +2″18
30. Tamara Tippler (Aut) +2″22

34. Anna Hofer (Ita) +2″50

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy