Sci, slalom Madonna di Campiglio a Yule ma l’impresa è di Razzoli quinto partito col pettorale numero 69!

Sci, slalom Madonna di Campiglio a Yule ma l’impresa è di Razzoli quinto partito col pettorale numero 69!

L’italiano decimo alla prima manche si è ripetuto anche nella seconda con un tempo eccezionale

di Redazione ITASportPress

Un’emozione dopo l’altra. Lo slalom di Madonna di Campiglio, evento mediatico trasmesso pure in 4k, non ha tradito le attese con una cornice di pubblico fantastica, l’errore clamoroso di Marcel Hirscher, la prima vittoria in carriera di Daniel Yule, ma soprattutto il ritorno ad alti livelli di un campione come Giuliano Razzoli.

La sua è stata una vera e propria impresa, resa possibile anche da una pista in condizioni eccezionali: partito con il pettorale numero 69, è arrivato decimo nella prima manche, quando ormai le tv avevano chiuso i collegamenti, e nella seconda ha sciato ancora bene centrando uno splendido quinto posto. Era da marzo 2017 che non si qualificava e da gennaio 2016 (quando fu secondo a Wengen) che non entrava nella top ten in Coppa del mondo, se escludiamo la quinta posizione nel City Event di Stoccolma il 31 gennaio 2017. Il recente secondo posto in Coppa Europa ad Obereggen, evidentemente, era un segnale.

Razzoli chiude appena un centesimo davanti a Manfred Moelgg, che a differenza del connazionale non ha esultato al traguardo, magari non soddisfatto della sua prova e ignaro di quanto sarebbe successo dopo. L’altoatesino chiude sesto e centra il miglior risultato stagionale, frutto del sesto tempo nella seconda manche e di una serie di clamorose uscite. Una di queste, purtroppo, riguarda il 19enne Alex Vinatzer, che nella prima manche, con il numero 35, aveva entusiasmo i tifosi sulla 3-Tre con l’ottavo tempo e una gara dalla straordinaria aggressività. Nella seconda il giovanissimo azzurro rischia tantissimo, potrebbe cadere già alla terza porta, si riprende, ma la sua sciata ne risente fino all’errore definitivo che non gli consente neppure di guadagnare punti che sarebbero stati utilissimi per risalire nella starting list.

Dopo di lui, in ogni caso, sbaglia anche Julien Lizeroux, ma soprattutto Henrik Kristoffersen, che inforca praticamente subito, e incredibilmente Marcel Hirscher, che arriva al traguardo ma non prende comunque punti. Così a vincere a sorpresa è lo svizzero Daniel Yule, autore di due grandi manche, con 34 centesimi su Marco Schwarz e 50 sull’altro austriaco Michael Matt, bravo a risalire dal tredicesimo posto della prima manche. Finisce a punti l’altro azzurro Simon Maurberger, ventesimo dopo una seconda manche disputata “in difesa”, mentre Stefano Gross viene squalificato per aver inforcato proprio all’ultima porta.

La classifica generale non cambia dopo questa gara: Hirscher comanda a quota 620 contro i 352 di Kristoffersen e i 341 di Max Franx. Il prossimo appuntamento di Coppa del mondo è ancora in Italia, a Bormio, dove venerdì 28 di disputerà la discesa (con le due prove fissatenei due giorni precedenti) e sabato 29 il superG. Gli slalomisti, o almeno parte di essi, tornano in pista il 1° gennaio nel City Event di Oslo, dove è in programma il parallelo.

Ordine d’arrivo prima manche SL maschile Cdm Madonna di Campiglio (Ita)
1 YULE Daniel SUI 48.49 49.85 1:38.34
2 SCHWARZ Marco AUT 48.15 50.53 1:38.68 +0.34
3 MATT Michael AUT 49.18 49.66 1:38.84 +0.50
4 RYDING Dave GBR 49.49 49.50 1:38.99 +0.65
5 RAZZOLI Giuliano ITA 48.95 50.47 1:39.42 +1.08 
6 MOELGG Manfred ITA 49.04 50.39 1:39.43 +1.09
7 RODES Istok CRO 49.49 49.95 1:39.44 +1.10
8 NEUREUTHER Felix GER 49.29 50.31 1:39.60 +1.26
9 MUFFAT-JEANDET Victor FRA 49.14 50.50 1:39.64 +1.30
9 PINTURAULT Alexis FRA 49.25 50.39 1:39.64 +1.30
11 KRANJEC Zan SLO 49.19 50.49 1:39.68 +1.34
12 PHILP Trevor CAN 49.53 50.18 1:39.71 +1.37
13 GRANGE Jean-Baptiste FRA 49.32 50.44 1:39.76 +1.42
14 SIMONET Sandro SUI 49.41 50.44 1:39.85 +1.51
15 JAKOBSEN Kristoffer SWE 48.94 50.92 1:39.86 +1.52
16 POPOV Albert BUL 49.21 50.70 1:39.91 +1.57
17 READ Erik CAN 49.34 50.82 1:40.16 +1.82
18 VIDOVIC Matej CRO 49.52 50.90 1:40.42 +2.08
19 MEILLARD Loic SUI 48.69 51.76 1:40.45 +2.11
20 MAURBERGER Simon ITA 49.47 51.07 1:40.54 +2.20
21 BUFFET Robin FRA 49.36 51.27 1:40.63 +2.29
21 STROLZ Johannes AUT 49.36 51.27 1:40.63 +2.29
23 KHOROSHILOV Alexander RUS 49.22 51.44 1:40.66 +2.32
24 STEHLE Dominik GER 49.44 51.24 1:40.68 +2.34
25 NOEL Clement FRA 48.71 55.13 1:43.84 +5.50

VINATZER Alex ITA ritirato nella seconda manche
GROSS Stefano ITA squalificato nella seconda manche
45 VACCARI Hans ITA 50.14 +2.31 
BACHER Fabian ITA ritirato

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy