Australia: guasto al Var, finale di A-League decisa da un gol in fuorigioco

Australia: guasto al Var, finale di A-League decisa da un gol in fuorigioco

incredibile epilogo nel match tra Newcastle Jets e Melbourne Victory

di Redazione ITASportPress

Si è giocata nel weekend in Australia, al MacDonald Jones Stadium di Newcastle, la finale dei playoff di A-League tra i Newcastle Jets e i Melbourne Victory: in palio, il titolo australiano 2017/18. Alla fine, la squadra ospite ha vinto per una rete a zero ma il gol realizzato era in fuorigioco. La moviola? C’era, ma ha subito un guasto proprio nel momento decisivo tanto che la federazione si è pubblicamente scusata ammettendo che il VAR abbia subito un intoppo.

IL GOL – La rete incriminata la segna Kosta Barbarouses al nono minuto del primo tempo, siglando la rete dopo la torre del compagno James Donachie su calcio di punizione. Quest’ultimo però parte in posizione di fuorigioco e di conseguenza la rete andrebbe annullata. Per fortuna, almeno così si spera, in Australia c’è la VAR. E invece no. Per qualche motivo, infatti, non viene chiamata in causa. Niente controllo con lo schermo e neanche silent-check. Il gol, anche se irregolare, viene convalidato e regala al Melbourne Victory il quarto campionato della sua storia.

VAR E SCUSE – Ma perché la tecnologia non è intervenuta? La Federazione Australiana ha spiegato che una trentina di secondi prima dell’azione incriminata, il sistema video è improvvisamente collassato. Di conseguenza, non c’erano immagini disponibili per verificare la giusta posizione di Donachie e annullare quindi la rete. Arbitro innocente dunque, ma grande fallimento della tecnologia. La stessa Federazione si è successivamente scusata per l’accaduto tramite un comunicato che recita: “Comprendiamo la delusione dei tifosi del Newcastle Jets, il guasto è avvenuto una sola volta in stagione ma è avvenuto in un momento cruciale”.

Che gol di tacco nella A-League australiana

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy