Sassuolo, Boateng: “Tornato per la famiglia e… la pasta. Germania? Fallimento mondiale è stato utile”

Sassuolo, Boateng: “Tornato per la famiglia e… la pasta. Germania? Fallimento mondiale è stato utile”

Le parole del giocatore del Sassuolo alla Bild

di Redazione ITASportPress

Tornato dalla Germania dopo essere stato osannato. Già perché il ruolo di Kevin-Prince Boateng è stato determinante nel successo dell’Eintracht Francoforte in Coppa nazionale contro il Bayern, soprattutto perché il club tedesco non vinceva un titolo da ben 30 anni. Ma adesso il suo presente è lì a Sassuolo. “Qui ho l’autostrada per Milano, dove vive la mia famiglia, volevo stare più vicino a loro. E poi in Italia c’è la pasta… L’ultima volta al ristorante ho abbracciato la cuoca talmente era buona”, ha scherzato il centrocampista neroverde in un’intervista alla Bild. Dunque una ragione importante, una forse un po’ meno, alla base del rientro in Serie A.

CRESCITA – Tuttavia, l’esperienza tedesca ha fatto bene a Boateng. “Prima non ero bravo per quel che riguarda la disciplina. Bisogna essere professionisti sempre, anche fuori dal campo. So di essere maturato”, ha ammesso il giocatore, autore già di 3 gol in 4 partite con la maglia degli emiliani.

GERMANIA – Una permanenza quella tedesca che ha permesso a Boateng di farsi un’idea sul calcio teutonico e sul suo livello. Un fallimento al Mondiale di Russia che a suo dire avrebbe giovato alla selezione di Low: “La Coppa del mondo ha fatto bene alla Germania”, ha spiegato, sottolineando come il gruppo sia stato messo davanti ai propri limiti. Limiti da cui ripartire.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy