Cile, l’ex ct Sampaoli: “Vidal beve e ha bisogno di un medico. Pinilla mi ricorda le feste e a Medel piace divertirsi”

Cile, l’ex ct Sampaoli: “Vidal beve e ha bisogno di un medico. Pinilla mi ricorda le feste e a Medel piace divertirsi”

L’ex ct del Cile ne ha per tutti dopo la mancata qualificazione della Roja al Mondiale che aveva previsto secondo quanto riporta Las Ultimas Noticias

Commenta per primo!

Quando il ct Jorge Sampaoli comunicò il divorzio dal Cile, volarono gli stracci. Addirittura arrivarono persino insulti “infame, evasore”, quegli stessi insulti che lo accompagnarono per molti mesi, quando ‘La Tercera’ svelò come avesse ricevuto parte del premio per la vittoria in Coppa America (500 mila dollari su 3 milioni totali) direttamente su conti in paradisi fiscali. Oggi però la rivincita del ct dell’Argentina che aveva previsto molto tempo fa la mancata qualificazione della “Roja” al Mondiale. Confessione fatte ad alcuni giornalisti che oggi sono diventate pubbliche. E’ stato il periodico cileno Las Ultimas Noticias a pubblicare le dichiarazioni del’ex ct cileno che ne ha avute per tutti a cominciare da Arturo Vidal. “Il centrocampista dovrebbe andare da un medico specialista. Gli piace bere e non si controlla. In aereo -ha sottolineato Sampaoli- verso Lima, mi ha chiesto di poter bere una birra ma poi era whisky nonostante io avessi detto di non bere nulla”. Ma Sampaoli traccia un profilo di molti calciatori della Nazionale. “Eduardo Vargas ogni volta che lo vedo arrivare in Cile è sempre peggio. Mauricio Pinilla? Penso alle feste quando lo nomino. Alexis Sanchez sta sempre con le cuffie e ascolta musica rimanendo sempre in disparte. Medel invece gli piace divertirsi anche se non beve più” conclude Sampaoli.

Schermata 2017-10-12 alle 19.38.28

Schermata 2017-10-12 alle 19.55.16

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy