Costa d’Avorio, Touré si fa vivo: “Assente per motivi familiari”

Costa d’Avorio, Touré si fa vivo: “Assente per motivi familiari”

Yaya Tourè si fa vivo e spiega di non essersi presentato perché “la mia famiglia ha bisogno di me in questo momento, spero che i tifosi lo capiscano”

di Redazione ITASportPress

Che fine ha fatto Yaya Touré? L’esperto centrocampista del Manchester City non dava notizie di sé quando si sarebbe dovuto presentare nel ritiro della Nazionale in vista delle due amichevoli in programma contro il Togo, sabato 24 marzo, e contro la Moldavia, martedì 27.

Si è scoperto il motivo: motivi familiari. Assente ingiustificato nel ritiro della Costa d’Avorio, Yaya Tourè si fa vivo e spiega di non essersi presentato perché “la mia famiglia ha bisogno di me in questo momento, spero che i tifosi lo capiscano”.

La Costa d’Avorio sta vivendo un momento difficile, simile a quello che sta attraversando l’Italia: dopo aver clamorosamente mancato la qualificazione al Mondiale 2018, gli Elefanti sono a caccia di una guida tecnica, per il momento in mano al ct ad interim Ibrahim Kamara che, subentrato a Marc Wilmots, ha scelto di affidarsi anche all’esperieza di Touré, che compirà 35 anni a maggio e che nell’attuale stagione sta trovando pochissimo spazio al Manchester.

Touré aveva annunciato l’addio alla Nazionale nel 2015, salvo tornare a disposizione lo scorso dicembre proprio su appello di Kamara, proprio come accaduto a Gigi Buffon, che dopo l’addio tra le lacrime al termine del playoff fallito contro la Svezia, aveva ufficializzato il proprio addio alla maglia dell’Italia, per poi farsi convincere dal ct Di Biagio a presenziare almeno alle amichevoli di marzo e giugno.

Il gol da 50 metri di Clichy

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy