Fifa, due anni di stop a Bwalya per corruzione

Fifa, due anni di stop a Bwalya per corruzione

L’ex attaccante dello Zambia condannato

di Redazione ITASportPress

Kalusha Bwalya, ex attaccante dello Zambia che molti ricorderanno per il tris rifilato all’Italia nel 1988, ai Giochi di Seul, si è reso protagonista di una brutta vicenda extra campo. L’ex giocatore, che dopo la carriera da calciatore è diventato dirigente della federcalcio zambiana e della confederazione africana è stato squalificato per due anni e bandito da qualsiasi attività legata al calcio.

CONDANNA – Come riporta l‘Ansa, Bwalya è infatti stato squalificato per due anni con l’obbligo di non poter far parte di qualsiasi attività legata al mondo del calcio. A deciderlo è stato il Comitato Etico della Fifa: secondo l”inchiesta, l’ex calciatore avrebbe percepito somme in denaro e regali di vario tipo, e ne avrebbe anche offerti, per sostenere la causa del dirigente del Qatar Mohamed Bin Hammam quando questi si era candidato alla presidenza della Fifa e aveva sostenuto la candidatura del Qatar come sede dei Mondiali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy