Bale, l’agente: “Se gioca con continuità è al livello di Cristiano Ronaldo…”

Bale, l’agente: “Se gioca con continuità è al livello di Cristiano Ronaldo…”

“Zidane? Gareth vede le cose in un modo e l’allenatore in un altro…”

di Redazione ITASportPress

Si è parlato molto di Gareth Bale e della sua situazione da quasi “separato in casa”. I problemi caratteriali con i compagni, le critiche ricevute dai tifosi e dalla stampa, le poche presenze nelle sue annate con la maglia del Real Madrid. A tornare a discutere e motivare ogni punto, è stato il suo agente, Jonathan Barnett che a BBC Radio 5 ha voluto chiarire il momento del proprio assistito, specie dopo l’arrivo di Zidane sulla panchina delle merengues.

Un ritorno che, viste le polemiche riguardo alla tre fantastiche stagioni vissute sotto il tecnico francese, potrebbe non far proprio felice l’attaccante gallese.

RITORNO – Si era parlato di un malcontento generale quando Zidane era alla guida del Real Madrid. Bale gradiva giocare più partite, ma l’allenatore francese gli ha sempre, o quasi, preferito altri giocatori: da Asensio a Lucas Vasquez. Il gallese non era certamente la prima scelta del tecnico, anche se spesso è stato decisivo in campo a partita in corso: “Il ritorno di Zidane? Bale è contento in questo momento. Vedremo cosa succederà col tempo. Se rimarrà al Real? Certo, perché non dovrebbe? Lui vuole giocare tutta la sua carriera qui, ma se le cose non dovessero funzionare ne parleremo. Parleremo anche con Zidane e vedremo da qui alla fine della stagione come andranno le cose”.

COME CR7 – Uno dei motivi dei malumori tra Bale e Zidane, in passato, era la continuità e la posizione in campo: “Abbiamo parlato molto di questo. Semplicemente Gareth vede le cose in un modo e l’allenatore in un altro. Ma io sono convinto che se Zidane lasciasse giocare Bale nel modo in cui vuole il giocatore, Gareth sarebbe alla pari di tutti, anche sullo stesso livello di Cristiano Ronaldo. Anche lui ha davvero un grande talento”.

TIFOSI – “Le critiche dei tifosi e dei giornali? Gareth è molto forte. È una persona molto volitiva e non si cura troppo di quello che dice la stampa. L’essere preso in giro non lo infastidisce, ma non capisce cosa deve fare affinché le cose vadano bene. Però se guardiamo il suo palmares, quello che ha vinto e come ha giocato: negli anni a venire, queste persone che lo fischiano e i loro figli guarderanno i goal che ha segnato e diranno ‘wow che giocatore meraviglioso'”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy