Barcellona, Segura: “I tweet di Vidal sono una mancanza di rispetto, ma…”

Barcellona, Segura: “I tweet di Vidal sono una mancanza di rispetto, ma…”

“Questo comportamento lo ha danneggiato”

di Redazione ITASportPress

Intervistato dai maggiori quotidiani spagnoli, tra cui Sport e Mundo Deportivo, il direttore generale del Barcellona Pep Segura ha affrontato i temi caldi dell’ambiente blaugrana. Non solo il campo, dove i risultati stentano ad arrivare soprattutto in Liga, ma anche il mercato e i recenti casi che hanno coinvolto Malcom e soprattutto Vidal, protagonista di diverse esternazioni social non troppo gradite alla società. Un pensiero poi a Griezmann, e al suo riufiuto di vestire la maglia dei catalani nella scorsa sessione di mercato.

VIDAL – “I messaggi di Vidal hanno una doppia connotazione. Da un lato sono da valutare positivamente perché vuol dire che desidera essere parte integrante del Barcellona per aiutare la squadra e si sente frustrato di avere pochi minuti. Tuttavia, la parte negativa è riferita al fatto che deve lavorare con la consapevolezza di far parte di un grande club, con grandi calciatori e deve avere rispetto per loro, per l’allenatore e per la squadra. Comprendiamo che in qualche modo è consapevole che questi tweet lo hanno danneggiato più di chiunque altro”.

MALCOM -Quella di Malcom è una situazione normale e logica per un giocatore che sta acquisendo nel tempo la conoscenza di ciò che è il Barcellona, del suo modello e del suo stile. In quel momento avverrà la sua evoluzione, e speriamo tutti che possa aumentare la sua qualità. Se alla fine non dovesse accadere, perché sono cose che capitano, vedremo come muoverci”

ALLENATORE – “Non si può parlare ora del futuro dell’allenatore. Ha ancora due anni di contratto più un’opzione per il terzo: quando sarà il momento di prendere delle decisioni, lo faremo insieme. Per il momento siamo soddisfatti del suo lavoro e non ci stiamo preoccupando di nulla”.

GRIEZMANN – “Non c’è stato un fallimento: ci sono delle decisioni prese dalle persone e bisogna essere coerenti. Non ci aveva dato nessuna parola o altro, ha soltanto preso una decisione”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy