Real Madrid, l’ex Mijatovic attacca: “Impossibile vincere la Liga. Bale non mi trasmette fiducia e Isco…”

Real Madrid, l’ex Mijatovic attacca: “Impossibile vincere la Liga. Bale non mi trasmette fiducia e Isco…”

“In campionato c’è poco da fare. Con dieci punti di distacco dal Barcellona…”

di Redazione ITASportPress

Momento difficile in casa Real Madrid dove il recente ko ad opera della Real Sociedad ha scatenato l’ennesima polemica della stagione. L’addio di Ronaldo in estate, l’arrivo e il successivo esonero di Lopetegui. Il buon momento, durato, forse, troppo poco con Solari, hanno fatto si che per i Blancos anche il 2019 si aprisse tra diverse discussioni.

L’ultimo ad attaccare quella che è stata la sua squadra in passato, è stato Predrag Mijatovic, ex bomber dei Galacticos. Sul momento del Real Madrid, sulla Liga e l’operato di Solari, l’ex bomber ja parlato ai microfoni de El Larguero de Cadena Ser.

NIENTE DA FARE – Nessuna possibilità ne La Liga secondo l’ex attaccante: “In campionato c’è poco da fare. Con dieci punti di distacco dal Barcellona è impossibile pensare di vincere la Liga. Dobbiamo concentrarci su altre competizioni. La gente è delusa, 53mila spettatori sono davvero pochi per il Bernabeu”. Mijatovic si è espresso anche sulla squadra e soprattutto sul parallelo Solari-Zidane: “Questa squadra ha tanti campioni e tanti obiettivi, ma gioca in modo superficiale. Entra in campo sicura di vincere”. Poi continua sulla questione allenatore: “Ripetere quello che ha fatto Zidane è molto difficile. Ha vinto tanto ed aveva grande confidenza con la squadra. Solari sta facendo un buon lavoro, ma tutti si aspettano di più”. Prova, invece, a mandare un messaggio positivo per quanto riguarda la Champions League: “E’ la competizione del Real Madrid. Speriamo di poter vincere anche quest’anno”.

SINGOLI – Dopo aver parlato a lungo di Bale, e averlo aspramente criticato, Mijatovic dosa meglio le sue parole, ma non cambia in linea generale il proprio giudizio: “Bale è un ottimo calciatore, però la gente vuole vedere un vero leader, un calciatore che gioca sempre con pochi infortuni. Non mi trasmette molta fiducia”. Di parere opposto, invece, su Isco, spesso ai ferri corti con Solari: “Isco? Deve giocare! Se non gioca lui…”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy