Murtaza, finalmente il lieto fine: torna a casa e ritrova le magliette di Messi

Murtaza, finalmente il lieto fine: torna a casa e ritrova le magliette di Messi

Il bambino che nel 2016 incontro La Pulce, è tornato a casa dopo essere fuggito a causa della guerra

di Redazione ITASportPress

Termina con il lieto fine la storia del piccolo Murtaza Ahmadi, il ragazzino afgano che nel 2016 venne fotografato mentre giocava a calcio vicino a casa sua indossando una maglia dell’Argentina con il nome di Messi che lui stesso si era prodotto utilizzando una busta per la spesa e un pennarello.

Quel gesto fece il giro del mondo, tanto da portare il bambino ad essere invitato in Qatar a conoscere il suo idolo e ricevere delle vere magliette del suo campione e un pallone. Le immagini del piccolo Murtaza in compagnia di Messi sono ancora fresche nei ricordi degli appassionati, ma la realtà è che il povero giovanotto, poco tempo fa, è stato costretto a scappare dalla sua città a causa della guerra. Un viaggio che lo ha portato a Kabul, lontano non solo dalla sua casa, ma anche da quelle magliette di Messi che tanta gioia avevano portato nel suo cuore.

LIETO FINE – Fortunatamente, secondo quanto riporta SportMediaset, ora, però, dopo l’esilio forzato, Murtaza e la sua famiglia sono finalmente riusciti a tornare a casa e a ritrovare le tanto amate magliette di Messi esattamente dove le aveva lasciate. La guerra gli ha tolto tanto, ma almeno non è ancora riuscita a strappargli via quelle divise del suo campione del cuore che lui conserva con tanto amore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy