Nagelsmann e l’app per i giocatori: cinque risposte per essere titolare

Nagelsmann e l’app per i giocatori: cinque risposte per essere titolare

I suoi calciatori prima di mettere i piedi in terra “devono confessarsi” a uno smartphone, con l’applicazione voluta dal tecnico per valutare la condizione psicofisica del momento

Commenta per primo!

La tecnologia entra sempre di più nel calcio. L’ultima novità arriva dalla Germania ed ha come protagonista Julian Nagelsmann, 30enne allenatore dell’Hoffenheim.

I suoi calciatori, ogni mattina prima di alzarsi dal letto, “devono confessarsi” a uno smartphone, con l’applicazione voluta dal tecnico per valutare la condizione psicofisica del momento.

Al giornale tedesco Bild, il tecnico spiega così l’applicazione: “Analizziamo i dati che ci arrivano per capire se un giocatore è al limite del sovraccarico o se invece è in buone condizioni”, aggiungendo che i parametri segnalati diventano uno strumento utile per la formazione da schierare in Bundesliga e in Europa League

L’app di Nagelsmann è una specie di Grande Fratello che non abbandona mai i suoi calciatori. Che sia il futuro del calcio? Chissà…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy