Bojan ricorda: “Quando giocavo bene non bastava. Mi chiamavano il nuovo Messi…”

Bojan ricorda: “Quando giocavo bene non bastava. Mi chiamavano il nuovo Messi…”

“Questo sicuramente non ha aiutato la mia crescita calcistica”

di Redazione ITASportPress

Bojan Krkic, ex attaccante anche di Roma e Milan, attualmente in forza allo Stoke City in Inghilterra, ha rilasciato un’intervista alla BBC in cui si è soffermato anche sulla sua passata esperienza italiana e in particolar modo sul periodo trascorso in giallorosso. Il classe 1990, grande promessa ma mantenuta del calcio europeo, ha rivelato alcuni retroscena vissuti proprio nella capitale, dove le aspettative nei suoi confronti erano decisamente elevate.

RETROSCENA – “Mi ricordo di una partita persa fuori casa (contro l’Atalanta per 4-1, ndr), e dei tifosi che ci aspettavano davanti al pullman. Ci dissero: ‘Questa l’avete persa, va bene, ma la prossima settimana c’è il derby: quello non dovete sbagliarlo’. Ecco, ci sono dei giocatori che subiscono questo tipo di pressione, altri invece no: io posso solamente dire che in Premier League tutto ciò non accade e che qui mi diverto giocando a pallone”.

NUOVO MESSI – “Sono sbarcato a Roma con troppe aspettative. Mi chiamavano il nuovo Messi, ma Lionel segnava tre gol a partita, è un fuoriclasse. Se giocavo bene non era abbastanza, dovevo sempre essere il migliore, la stella della partita. Dovevo essere Messi. Questo sicuramente non ha aiutato la mia crescita calcistica”.

Bojan, che giocò con la maglia della Roma nella stagione 2011-2012, l’anno successivo passò al Milan dove con 19 presenze e tre sole reti confermò il suo impatto negativo col calcio italiano. Dopo diversi anni, si trova ora allo Stoke City dove gioca con continuità e, come lui stesso conferma, ha ritrovato il sorriso e la gioia nel giocare a pallone.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy