Chelsea, Hazard scende in campo contro il razzismo

Chelsea, Hazard scende in campo contro il razzismo

“Chi viene allo stadio per insultare non è un mio tifoso”

di Redazione ITASportPress

Sta facendo parlare parecchio in questo periodo, il razzismo negli stadi è tema centrale non solo in Italia ma in tutta Europa. In particolar modo, dopo i recenti episodi che hanno coinvolto la tifoseria del Chelsea e le sanzioni arrivate per questi “finti tifosi” da parte del club e della federazione, a scendere in campo in prima persona è stata la stella belga dei Blues Eden Hazard.

NON SONO MIEI TIFOSI – In occasione della sfida di Carabao Cup tra Tottenham e Chelsea, a parlare è stato proprio il 10 di Maurizio Sarri, stella della squadra e uomo simbolo. Come riporta Star Sport in prima pagina, l’attaccante belga ha voluto esprimere il proprio pensiero, augurandosi di vedere solamente spettacolo sugli spalti e veri cori di incitamento escludendo ogni tipo e forma di razzismo. “Hazard warning”, titola il tabloid inglese. “Voglio ricordare a tutte le persone il vero motivo per cui si viene allo stadio. Come ho già detto più volte, chi viene allo stadio per altri motivi non è un vero tifoso, tantomeno mio”, queste le parole di Hazard che spera di vedere, o meglio, di sentire dalla tifoseria di Wembley solo canti positivi al fine del gioco e dello spettacolo.

stasrsport8

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy