Manchester United, altro caso di razzismo: Ashley Young attaccato dai propri tifosi

Manchester United, altro caso di razzismo: Ashley Young attaccato dai propri tifosi

L’esterno nel mirino dei sostenitori dei Red Devils

di Redazione ITASportPress

Brutto episodio, ancora una volta a sfondo razzista, nei confronti di un calciatore. Questa volta a farne le spese è stato il capitano del Manchester United Ashley Young.

Reduce dal pesante ko contro il Barcellona nel ritorno dei quarti di finale di Champions League, l’esterno dei Red Devils è stato oggetto di orribili insulti razzisti sui social, in particolar modo su Twitter. Come riporta il Daily Mail online, infatti, dopo l’eliminazione dalla coppa per mano dei blaugrana, diversi tifosi inglesi si sono rivolti a Young con parole piuttosto pensati. “Scimmia”, “negro” e tanti altri insulti a sfondo razzista. 

Come scrive il tabloid, l’associazione Kick It Out è intervenuta in difesa di Young segnalando ogni commento inappropriato. Il caso che vede coinvolto il 33enne è soltanto l’ultimo di una lunga lista di episodi avvenuti in Inghilterra. Dopo Sterling e Salah, ecco anche l’esterno del Manchester United.

insulti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy