Real Madrid, il ricordo di Casillas: “Ricordo ancora la prima chiamata, fu magico…”

Real Madrid, il ricordo di Casillas: “Ricordo ancora la prima chiamata, fu magico…”

Il portiere spagnolo, oggi al Porto, non dimentica la sua esperienza con le merengues

di Redazione ITASportPress

È stato una bandiera del Real Madrid, club nel quale ha militato dal 1999 al 2015, dopo aver compiuto la trafila nel settore giovanile. E Iker Casillas, oggi al Porto, ricorda ancora la prima chiamata con la prima squadra: “Era il 1997 ed era la fine di novembre – ha detto al sito web della UEFA- ed il Real stava combattendo in campionato, era terzo o quarto ed aveva ottenuto qualche cattivo risultato. In Champions invece le cose stavano andando bene. Io ero in classe quando arrivò il direttore dell’istituto a dirmi: ‘Iker, ti dispiacerebbe uscire un secondo?’. Poi mi disse che avrei dovuto prendere un taxi, perché il Real aveva appena chiamato mia madre dicendole che sarei dovuto andare in Norvegia per la partita con il Rosenborg. Mi sentii come se avessi vinto alla lotteria. Quel momento non lo dimenticherò mai, avevo appena sedici anni. Da essere seduto in classe mi ritrovai assieme a giocatori come Morientes, Seedorf, Mijatovic, Suker e Raul. Fu qualcosa di magico. Lo ricorderò per sempre”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy