River Plate, il peso di Quintero diventa un caso

River Plate, il peso di Quintero diventa un caso

L’ex centrocampista di Pescara e Porto si difende dalle accuse di pinguedine dei tifosi dei Millonarios

di Redazione ITASportPress

La carriera di Juan Fernando Quintero non sta rispettando le aspettative. Uscito come un talento dal vivaio dell’Envigado, in Europa il centrocampista colombiano ha giocato con Porto e Pescara, indossando quest’ultima maglia nel 2012-2013 per appena 17 volte con un gol, pur bellissimo, su punizione contro il Bologna, e Rennes. Poi il ritorno in patria all’Independiente Medellin e l’approdo al River Plate.

Al “Monumental” però le cose non si sono messe bene perché i tifosi se la sono presa con… i chili di troppo, o presunti tali, del giocatore, che si è però difeso nel migliore dei modi, facendo parlare il campo nei 30’ giocati al debutto contro l’Olimpo, gara vinta 2-0 dal River grazie a una doppietta di Ignacio Scocco.

La rivincita allora è arrivata in un’intervista a Tyc Sports, con una giustificazione niente male…: “Non giocavo da novembre, avevo qualche chilo in più, ma non tre come si è detto. Non è che sono grasso, è la mia corporatura, sono bassino e da ragazzino mi piaceva andare in palestra. Insomma, non sono grasso, diciamo che io sono un po’ nalgón” ha aggiunto sorridendo.

La parola usata, “Nalgón”, appartiene allo slang sudamericano e significa “chiappone”. Più esplicito di così…

Ignacio Scocco nuovo talento del calcio argentino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy