Spagna, episodio sospetto in terza divisione: giocatore dà il cinque all’arbitro 

Spagna, episodio sospetto in terza divisione: giocatore dà il cinque all’arbitro 

Le numerose polemiche nel corso del match tra Los Yébenes e l’Alcobendas Sport 

di Redazione ITASportPress

La sfida tra Los Yébenes e l’Alcobendas Sport, valida per la 20esima giornata della Terza Divisione spagnola, si è conclusa tra le polemiche. Nel corso del match il club ospite era riuscito sbloccare il risultato con un gol di Rubén Blanco al 7′ minuto, vantaggio che non è durato molto a causa della rete di Durán al 14’. Al 90’ il club di casa, attualmente in zona retrocessione, ha trovato la rete del vantaggio, in una situazione alquanto dubbia. Dopo il gol che ha completato la rimonta del Los Yébenes, uno dei giocatori sembra dare il cinque all’arbitro, Cristian Nemes, come segno di approvazione. Gesto che di certo non è passato inosservato e che sui Social ha scatenato non poche polemiche. L’episodio in questione non è stato l’unico che ha suscitato dei dubbi a giocatori e tifosi: il direttore di gara aveva precedentemente espulso Iñaki Gómez e annullato un gol all’Alcobendas prima dell’intervallo.
Mateo García, allenatore dell’Alcobendas Sport, ha evitato di parlare degli strani episodi avvenuti nel corso del match, ma ha mostrato tutto il suo disappunto su Twitter: “Se dico quello che penso, mi tolgono la licenza di allenatore per secoli. Sono orgoglioso della mia squadra, oggi più che mai. In 10 e contro tutti. In giorni come questo, il calcio perde tutta la magia che secondo me lo caratterizza”. Anche il club si è fatto sentire sui Social, pubblicando il video dell’episodio incriminato e commentando: “Quanto lontano andremo? Chiediamo solo rispetto!”. Immediata è stata anche la reazione della squadra di casa che ha voluto pubblicare un video più ravvicinato dello stesso episodio mostrando che il direttore di gara stava segnando il centrocampo con il braccio e non voleva stringere la mano al calciatore: “Qui l’unico che batte il cinque (sbagliando) è il nostro giocatore”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy