Spartak, Carrera rifiuta posto in tribuna e va in curva. E’ polemica a Mosca

Spartak, Carrera rifiuta posto in tribuna e va in curva. E’ polemica a Mosca

La dirigenza del club capitolino non l’ha presa bene la decisione del tecnico italiano

di Redazione ITASportPress

Massimo Carrera è tornato allo stadio di Mosca dello Spartak che per anni lo ha visto protagonista sulla panchina dei capitolini. Il tecnico italiano ha pagato il biglietto accomodandosi con i tifosi che anche dopo il suo esonero hanno continuato a intonare cori per lui. Una scelta dell’ex calciatore della Juventus che però non è andata giù alla dirigenza dello Spartak che gli aveva riservato un posto in tribuna d’onore. Il direttore generale dello Spartak Stadium, Andrei Fedun, in un’intervista a Sport-Express.ru, ha affermato: “Carrera è libero di fare ciò che ritiene opportuno. Ho pagato il biglietto ed è entrato allo stadio e credo sia offeso per l’esonero ma nel calcio ci sta che un allenatore venga allontanato se le cose non vanno bene. Questo però non cancella i successi ottenuti qui a Mosca. Crediamo che lui sia offeso ma da parte nostra nessun problema nei suoi confronti. I tifosi anziché tifare per Carrera dovrebbero invece intonare i cori per la squadra che esiste dal 1922”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy