Arsenal, Emery e la dura battaglia con l’inglese: il tecnico spagnolo rifiuta l’interprete nello spogliatoio

Arsenal, Emery e la dura battaglia con l’inglese: il tecnico spagnolo rifiuta l’interprete nello spogliatoio

Il successore di Wenger vuole velocizzare l’apprendimento della nuova lingua

di Redazione ITASportPress

L’Arsenal ha voltato pagina la scorsa estate dopo 22 anni di gestione Wenger. Il prescelto per raccogliere l’eredità dell’alsaziano è stato Unai Emery, reduce da un biennio in chiaroscuro con il Paris Saint Germain.

L’inizio di stagione dei Gunners non è stato esaltante, ma i problemi del tecnico basco non vengono solo dal campo, bensì anche dall’aspetto… linguistico.

L’ex allenatore anche del Siviglia, come riporta il Mirror, sta infatti seguendo un corso intensivo di inglese grazie all’aiuto di un professore al fine di velocizzare le comunicazioni con i calciatori. Quella di Emery sarebbe una vera e propria sfida personale, al punto che l’allenatore ha chiesto che all’interno dello spogliatoio si parli l’inglese, anche per “allenarlo” e velocizzare il suo apprendimento.

Per lo stesso motivo Emery ha rifiutato la possibilità di avere un interprete all’interno dello spogliatoio, fruendone durante le conferenze stampa, ma solo come “supporto”, dato che le domande, su espressa richiesta dell’allenatore, vengono sempre rivolte in inglese e dato che lo stesso tecnico cerca di rispondere nell’idioma del paese che l’ha adottato.

Non resta che sperare che a tanti sforzi corrispondano anche risultati sportivi all’altezza…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy