Atalanta, Gasperini è una furia con i giornalisti: “Ci è mancato solo il gol. Obiettivi? Fissateli voi…”

Atalanta, Gasperini è una furia con i giornalisti: “Ci è mancato solo il gol. Obiettivi? Fissateli voi…”

Alta tensione dopo l’amara eliminazione dall’Europa League ad opera del Copenaghen, il tecnico neroblu perde il controllo in conferenza

di Redazione ITASportPress

È un mix di orgoglio e rabbia le parole di Gian Piero Gasperini dopo la beffarda eliminazione della sua Atalanta dall’Europa League. La fase a gironi è sfuggita per un calcio di rigore, dopo aver dominato per due partite e un terzo il Copenaghen.

L’obiettivo della stagione è già sfumato il 30 agosto, ma il tecnico neroblu, che ha parlato in conferenza stampa, assolve la squadra: “Le partite a eliminazione diretta sono così, diverse da quelle di campionato dove c’è sempre la possibilità di rimediare. In questo tipo di gare conta la freddezza, la lucidità, la determinazione nel segnare. Noi non siamo riusciti, su 30 episodi, a realizzare un gol. Loro stavano meglio, abbiamo fatto tutto il possibile: ci è mancato davvero solo il gol. Dispiace soprattutto per i tifosi e per i ragazzi, andare in giro per l’Europa è una cosa bellissima”

Gasp giura sull’immediata reazione del gruppo: “Questa è una squadra che reagisce, sono tutti ragazzi molto positivi. È normale essere delusi a fine partita, io li ho sempre visti lavorare con la voglia di arrivare in Europa per i tifosi e per loro stessi. Non è stato facile giocare sei partite da luglio ad agosto col caldo e i trasferimenti a Reggio Emilia. I ragazzi sono stati encomiabili e non si devono rimproverare nulla. Ora c’è la delusione, da domani penseremo a preparare il campionato, senza alcun rimpianto”.

La temperatura si alza però alla domanda sull’obiettivo da dare a questo punto al campionato. Nuova rincorsa all’Europa? Gasperini perde la calma…: “Ci sono tante squadre forti, proveremo a fare il nostro campionato. Devo dire che giocheremo per la Champions? Datemi voi gli obiettivi, se volete proveremo ad arrivare quarti… Sento sempre dire che questa è la rosa più forte nella storia dell’Atalanta, io di sicuro 26 giocatori non sono abituato ad allenarli. Se poi la rosa così forte vuol dire dover rimpiangere il fatto che giochi uno e non l’altro, perché c’è Berisha e non Gollini o viceversa, perché due punte o tre, questo è il modo perfetto per spaccare il gruppo. Il ‘rimpallino’ è partito da un po’, ma non ci entro”.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. renato.dolc_471 - 2 mesi fa

    io sto con il Gasp sempre,certe notti a Bergamo si vivevano 30 anni fa poi abbiamo visto sempre bus sulla linea di porta o festeggiamenti per uno 0-0 con il Catania

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. a.canin_818 - 2 mesi fa

    Gasperini ottimo allenatore, col difetto della smisurata autostima (leggasi superbia ed arroganza). Se provasse a calare un po’ sulla terra??? Anche perché il mondo è pieno di persone sovrastimate, sostituirlo con un altro avente le stesse caratteristiche di autostima non dovrebbe essere difficile….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy