Bayern Monaco, Hoeness attacca Ancelotti: “Kovac un azzardo? Qui ha fallito chi ha vinto la Champions…”

Bayern Monaco, Hoeness attacca Ancelotti: “Kovac un azzardo? Qui ha fallito chi ha vinto la Champions…”

Ancora frecciate del presidente del club tedesco al tecnico emiliano, esonerato a settembre

di Redazione ITASportPress

Cosa unisce Pep Guardiola, Carlo Ancelotti e Niko Kovac? Sulla carta, nulla, se non il tentativo, andato a vuoto per i primi due, in attesa che a cimentarsi sia il giovane croato, di condurre il Bayern Monaco alla conquista della Champions League. Negli ultimi 40 anni ci sono riusciti solo Ottmar Hitzfeld, nel 2001 a Milano contro il Valencia ai rigori, e Jupp Heynckes, nel 2013 contro il Borussia Dortmund, e quest’ultimo potrà riprovarci quest’anno se eliminerà il Real Madrid in semifinale e poi una tra Liverpool e Roma.

Evidentemente l’impresa non deve essere facile se hanno fallito anche il tecnico catalano e quello emiliano, accomunati anche da un addio tumultuoso con la dirigenza tedesca. Ancelotti in particolare, esonerato lo scorso settembre, continua a essere oggetto di critiche, velate e non, da parte del presidente Uli Hoeness, mai tenero nei confronti dell’ex allenatore di Juventus e Milan, accusato poco dopo l’allontanamento di essersi messo contro parte dello spogliatoio.

Ora, pochi giorni dopo la nomina di Kovac come successore di Heynckes nella prossima stagione, il presidente del Bayern ha risposto in modo allusivo all’osservazione di chi faceva notare il palmares vuoto del tecnico croato come allenatore: “Abbiamo visto che perfino chi ha vinto la Champions League qui può fallire. Per questo ora abbiamo fatto una scelta diversa. Abbiamo preso un allenatore che non ha ancora vinto niente. Forse farà il contrario…” le parole di Hoeness. Alle quali, noblesse oblige, non dovrebbe seguire la replica di Ancelotti…

Ronaldo: “Vorrei tornare a lavorare con Ancelotti”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy