Bayern, Neuer: “Col Bayer la svolta. Nessun regalo anche con Guardiola”

Bayern, Neuer: “Col Bayer la svolta. Nessun regalo anche con Guardiola”

“Abbiamo qualità, abbiamo vinto tanto in passato e siamo in grado di giocare un grande calcio”

Commenta per primo!

Manuel Neuer, portiere tedesco del Bayern Monaco, si è confidato ai microfoni di Goal.com: “Io sono prima di tutto un membro della squadra. Anche se in quanto portiere non posso intervenire direttamente, posso pensare al gioco, parlare con i miei compagni per cercare di cambiare le cose in corsoAnche quando arrivò Guardiola dovemmo lavorare molto duramente, nessuno ci ha mai regalato nulla. Per vincere si deve sempre dare tutto, giocare anche all’80% non è sufficiente, non certamente contro le squadre di Bundesliga visto che recentemente hanno giocato ai livelli più alti. Non ci sono partite semplici da vincere, si deve sempre dare tutto per portare a casa i tre puntiDobbiamo avere grande fiducia in noi stessi in ogni partita. Abbiamo qualità, abbiamo vinto tanto in passato e siamo in grado di giocare un grande calcio. Dimostrare tutto questo quando le cose non stanno andando troppo bene non è facile, quindi abbiamo bisogno di un qualcosa in più in questo periodo. Gli automatismi che ci hanno contraddistinto nel passato non stanno funzionando adesso, tuttavia siamo riusciti ad ottenere una sofferta vittoria. Credo che questo successo contro il Bayer Leverkusen possa rappresentare un punto di svolta per la nostra stagione”.

RIBERY – “Parliamo di un giocatore di livello mondiale. E’ stato particolarmente importante per noi ad inizio stagione aiutandoci a vincere partite complicate. Franck è stato il più importante è forte giocatore della nostra squadra prima del suo infortunio, gli dobbiamo molto. Le sue qualità non si possono discutere e in questo inizio di stagione ha deciso diverse gare”.

LAHM – Philipp è uno stratega. E’ un giocatore che parla molto, che si responsabilizza tanto. Credo che quella di direttore sportivo sarà una buona posizione per lui, ma spero che non inizi questo nuovo lavoro già nella prossima stagione. E’ un giocatore molto importante per noi, sarebbe un peccato se lasciasse così presto il calcio giocato”.

HOENESS – “E’ una persona che dice le cose in maniera molto chiara, sa quando deve parlare e sa quando è giusto non farlo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy