Brasile, scatta l’allarme Neymar: “È il momento più difficile della mia vita”

Brasile, scatta l’allarme Neymar: “È il momento più difficile della mia vita”

La stella della Seleçao è triste e preoccupata a un mese dall’inizio del Mondiale

di Redazione ITASportPress

Quattro anni dopo il terribile infortunio subito nella sfida dei quarti di finale del Mondiale casalingo contro la Colombia, quella frattura alla terza vertebra lombare che ne ha addirittura messo a rischio la prosecuzione della carriera, Neymar torna a tremare. Il fuoriclasse del PSG è fermo da fine febbraio per la microfrattura al piede che gli ha fatto concludere anzitempo la prima stagione in Francia, spostando il mirino verso il recupero in ottica Russia 2018. Obiettivo possibile e non a caso il ct del Brasile Tite lo ha incluso tra i convocati, ma l’ex Barcellona, atteso come uno dei protagonisti assoluti del Mondiale, sembra vittima di un malessere non definito.

Fisico? Psicologico? A fare preoccupare tutti è lo stesso giocatore, che ha parlato ad As: “Nella mia testa succedono milioni di cose, penso a tante cose. Per fortuna durante la riabilitazione in Brasile ero circondato da gente allegra che mi ha fatto stare bene, distraendomi dai brutti pensieri”.

Quali pensieri? Quelli di non riuscire a essere al top e deludere le attese di una nazione, oltre che di chi lo attende al varco per testarne i progressi nella rincorsa al trono di miglior giocatore del mondo? O ancora il pensiero va al possibile e clamoroso trasferimento al Real Madrid? O’Ney non chiarisce: “So che la gente è ansiosa di vedermi in campo ma vi assicuro che nessuno è più spaventato di me. Ho paura, non vedo l’ora che passi questo brutto momento per potermi concentrare sul Mondiale. Sto vivendo il momento più difficile della mia vita”.

Il mistero prosegue. Ma ormai manca poco per la soluzione…

Il meglio di Neymar col PSG

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. acer1350 - 3 mesi fa

    Poveretto non sa cosa gli passa per la testa , ha paura di che cosa ? Di essere un flop del calcio mondiale , e unottimo giocatore ma non questa stella come lo sono stati in passato Ronaldo,Ronaldino,Cafu,Romario , Bebeto e tanti altri , ha paura di non essere all áltezza di quello che si dice ……..e stao inventato un campione non e stato creato un crack.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ThisGUIDO - 3 mesi fa

    È preoccupato perché non sa come andrà a finire tra Salvini e Di Maio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Maxsera - 3 mesi fa

    Poverino come farà a passare questo momento così difficile

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy