‘Calciopoli’ belga, si ferma il campionato

‘Calciopoli’ belga, si ferma il campionato

Pro League interrotta a tempo determinato: intanto lo scandalo si allarga

di Redazione ITASportPress

Mentre la Nazionale sta vivendo il miglior momento della propria storia, il calcio belga è letteralmente nella bufera.

Dopo la raffica di arresti di mercoledì, quando al termine di una serie di perquisizioni effettuate tra i club più importanti sono stati effettuati 33 arresti, tra i quali quelli dell’allenatore del Club Bruges Ivan Leko (subito rilasciato), la Federazione ha deciso di fermare il campionato: tutte le partite del weekend della Pro League sono state rinviate a data da destinarsi, alla luce anche del fatto che tra i coinvolti ci sono anche due arbitri, Bart Vertenten e Sèbastien Delferière, sospesi con effetto immediato.

Pesantissime le accuse a carico degli accusati: corruzione privata, organizzazione criminale e riciclaggio di denaro sporco, tutte attività illecite che avrebbero compromesso la regolarità del campionato.

Le posizioni più delicate sarebbero quelle di Dejan Veljkovic e Mogi Bayat, due degli agenti più importanti del calcio belga, sospettati di aver ricevuto premi e bonus da parte delle società e di manipolazioni sui trasferimenti dei calciatori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy