Caso Ronaldo, scoppia la battaglia legale tra i due pool difensivi

Caso Ronaldo, scoppia la battaglia legale tra i due pool difensivi

Gli avvocati del portoghese puntano a smontare le accuse e a dimostrare la manomissione delle prove: ecco la risposta dei legali della Mayorga

di Redazione ITASportPress

Il processo deve ancora cominciare e non si è neppure certi che ci sarà, ma gli staff difensivi di Cristiano Ronaldo e di Kathryn Mayorga sono già alle prese con una battaglia legale all’ultima mossa.

Da una parte gli avvocati del portoghese sono pronti a dimostrare l’accusa che i documenti che accusano l’attaccante di aver violentato l’ex modella americana a Las Vegas nel 2009 sono stati manipolati da un hacker: sta per partire allora una perizia informatica che provi la manomissione delle prove, che si unisce alla caccia ai testimoni che aiutino a smontare le accuse e a spostare l’attenzione sul fatto che, dopo l’incontro avvenuto nella suite di Las Vegas, il rapporto tra Ronaldo e Kathryn sarebbe stato consensuale.

Dall’altra parte, l’avvocato dell’ex modella ha inviato i documenti, ritenuti attendibili, in diciotto paesi differenti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy