Champions League, la matematica inguaia il Chelsea

Champions League, la matematica inguaia il Chelsea

Il secondo posto nel girone complica i piani di Conte, che ha una possibilità su due di incontrare il Barcellona agli ottavi

Commenta per primo!

Lunedì 11 dicembre alle 11.45 comincerà a prendere forma la Road to Kiev attraverso il sorteggio degli accoppiamenti degli ottavi di finale. La finale 2018 della Champions è meno lontana dopo la fine della fase a gironi, sono rimaste in 16 per l’ultimo sorteggio guidato dell’anno. Le prime incroceranno le seconde, non si potranno affrontare squadre della stessa nazione e uscite dallo stesso girone. Alla luce della qualità delle prime, per le big che hanno chiuso al secondo posto, Chelsea, Juventus e Real Madrid, si annuncia un sorteggio in salita.

Alte per le ultime due finaliste le possibilità di incrociare una squadra inglese (quattro le possibilità per la Juventus, tre per il Real), cosa che ovviamente non potrà capitare al Chelsea. Dopo aver perso il primo posto del girone a vantaggio della Roma, la squadra di Conte ha quasi il 75% di possibilità di incrociare una super-big: oltre al “sogno” Besiktas il ventaglio delle opzioni offre infatti solo Paris Saint Germain e Barcellona.

In particolare, considerando che i blaugrana non potranno vedersela con il Siviglia, c’è il 43,7% di possibilità di vedere agli ottavi proprio Barcellona-Chelsea, remake della storica semifinale del 2009. Molto minori per la squadra di Valverde le possibilità di incrociare Shakhtar, Porto, Basilea e Bayern, che hanno un range maggiore di opzioni.

Chelsea, Fabregas spiega il feeling con Conte

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy