Chievo, Ventura: “Voglio la salvezza. Per la squadra, per la città e per me”

Chievo, Ventura: “Voglio la salvezza. Per la squadra, per la città e per me”

“C’è voglia di metabolizzare, di crederci, di mettere in pratica tutto il lavoro svolto”

di Redazione ITASportPress

Conferenza stampa di vigilia per Gian Piero Ventura che domani alle 15 vedrà il suo Chievo impegnato contro l’Atalanta in casa. Prima sfida per l’ex ct della Nazionale dopo l’avventura sfortunata con l’Italia. Ecco le sue parole in presentazione del match:

“Ho la convinzione di poter fare la prestazione anche con tanti infortuni. C’è voglia di metabolizzare, di crederci, di mettere in pratica tutto il lavoro svolto. Ho visto ampi margini di miglioramento e credo nei presupposti validi per ottenere qualcosa. In sette giorni, abbiamo preso coscienza dei nostri mezzi e delle debolezze che abbiamo”. E ancora aggiunge: “Non so cosa aspettarmi dai miei ragazzi, ma sono fiducioso. Sappiamo di incontrare un avversario ostico. L’Atalanta è quella squadra che cresce anno dopo anno a livello di gioco, anche se nell’ultimo mese ha riscontrato qualche difficoltà. Incontriamo i bergamaschi nel momento peggiore vista la grande voglia di riscatto che hanno, ma per noi deve essere un punto di partenza”. “Stiamo lavorando su ogni tipo di errore fatto in passato. Se la squadra si trova ad avere una classifica così con un cambio di allenatore, non è mai una cosa positiva. La partita di domani non è un crocevia, ma una gara da dove dobbiamo ricavare gli stimoli per migliorare l’atteggiamento e la prestazione. Possiamo ancora essere dei piccoli protagonisti in questa grande realtà. Chi vuole il bene del Chievo, farà di tutto per ottenerlo”.

RITORNO – “Non sono agitato, ma sono eccitato dall’idea di sfida, dall’idea di mettermi nuovamente in gioco. Voglio questa salvezza. Per il Chievo, per la città e per me”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy