Como, tifoso del Lecce piange per la promozione in B: la moglie lo picchia

Como, tifoso del Lecce piange per la promozione in B: la moglie lo picchia

Il troppo amore per la squadra giallorossa fa esplodere un litigio in una famiglia salentina trapiantata in Lombardia

di Redazione ITASportPress

Chi l’ha detto che l’unica squadra capace di unire in un unico afflato appassionati di tutta Italia sia la Juventus? A smentire l’assunto non è un’altra grande del calcio nostrano, bensì nientemeno che il Lecce. Sì, perché l’agognato ritorno in B dei salentini dopo i duri anni in terza serie seguiti alla retrocessione a tavolino del 2012, è stato festeggiato anche a Como da una famiglia salentina trapiantata in riva al Lago.

Il successo della squadra di Liverani sulla Paganese dello scorso 29 aprile è valso la promozione nella serie cadetta ed ha emozionato parecchio un tifoso giallorosso residente nel Lario. L’emozione si è spinta fino alle lacrime, che non sono state accettate dalla moglie, andata letteralmente su tutte le furie: “Non hai pianto neanche quando ci siamo sposati o quando sono nati i nostri figli, e piangi per il Lecce?” la protesta della donna, evidentemente non appassionata di calcio e memore della scarsa partecipazione del consorte agli eventi famigliari più importanti.

Il problema è che il pianto dell’uomo dev’essere proseguito se la discussione è sfociata in litigio e al contatto fisico tra i coniugi. Incredibile, ma vero, così come la preoccupazione dei vicini che, sentite le urla provenienti dalla casa, hanno allertato le forze dell’ordine, costrette a fare irruzione in casa per sedare l’accesa discussione. Alla fine, forse, è tornata la pace. E, per la soddisfazione della signora, il marito si è rovinato il giorno tanto atteso…

Il Lecce torna in B: scatta una festa molto particolare…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy