Cristiano Ronaldo: il patteggiamento col fisco spagnolo gli costa le onoroficenze in Portogallo

Cristiano Ronaldo: il patteggiamento col fisco spagnolo gli costa le onoroficenze in Portogallo

CR7 rischia di perdere i titoli presitigiosi ottenuti in patria

di Redazione ITASportPress

Per una buona notizia, ne arriva una cattiva. Dopo il patteggiamento col fisco spagnolo, costato molto caro a Cristiano Ronaldo, con il pagamento di una multa pari a 18,8 milioni di euro, potrebbe esserci anche la beffa per il portoghese.

Infatti, secondo quanto riporta A Bola, CR7 starebbe andando incontro alla perdita delle onoreficenze che gli erano state concesse Portogallo negli anni passati.

BEFFA – Come si dice in questi casi, oltre al danno anche la beffa. Cristiano Ronaldo aveva ricevuto l’Ordine del Principe Enrique del Portogallo nel 2014 e due anni dopo, dopo il trionfo agli Europei, era stato insignito anche con la Gran Croce dell’Ordine al Merito. Ma adesso, in seguito alla condanna a 23 mesi di carcere (con la condizionale) e la multa da 18,8 milioni di multa patteggiata con la giustizia spagnola, lo stesso Portogallo potrebbe revocare tali onorificenze. Come spiega A Bola, ad onor del vero, il provvedimento sarebbe automatico solo in caso di condanne superiori ai 36 mesi ma allo stesso tempo, in base al punto 1 dell’articolo 54 della Legge degli Ordini Onorari, i membri sono obbligati a “onorare il Portogallo in ogni circostanza”. E in questo caso, Ronaldo sarebbe venuto meno ai suoi doveri non avendo regolato “le proprie azioni pubbliche e private secondo i dettami della virtù e dell’onore”. Ecco perché, adesso, CR7 rischia di essere privato delle onoreficenze che lo avevano reso ancora più grande per la sua Nazione. L’ultima parola, però, come scrive sempre il quotidiano lusitano, spetta al Presidente della Repubblica portoghese che dovrà decidere se revocare i titoli o, sostanzialmente, far finta di niente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy