De Laurentiis, annunci e show: “Jorginho al Chelsea, con i Ronaldo non si cresce. Sarri? Ancelotti è un’altra cosa…”

De Laurentiis, annunci e show: “Jorginho al Chelsea, con i Ronaldo non si cresce. Sarri? Ancelotti è un’altra cosa…”

Il presidente azzurro scatenato in conferenza stampa: ce n’è per tutti…

di Redazione ITASportPress

Dopo i primi allenamenti, a Dimaro è stato il tempo delle prime parole per la nuova stagione del Napoli. E se mister Ancelotti è rimasto nell’alveo tecnico, descrivendo le ambizioni della squadra, il presidente De Laurentiis si è confermato il solito fiume in piena. Gli obiettivi? Quelli consueti, la Juventus con l’arrivo del suo nuovo campione, ma soprattutto Maurizio Sarri.

‘CON I RONALDO NON SI CRESCE’– “La Juve non è il potere, ma una squadra forte, sarà un avversario fortissimo, difficilissimo, ma non c’è solo la Juve, ma anche l’Inter. Ronaldo? Non si cresce con i nomi che fanno risonanza, quelle sono incursioni pericolose perché la squadra poi gioca per quel giocatore. Noi dobbiamo fare la nostra strada. Poi magari Agnelli mi smentirà, ma un acquisto così lo vedo anche per far dimenticare le difficoltà che uno come Allegri avrebbe potuto avere il prossimo anno. Sposta l’asse dell’eventuale insuccesso su uno che non si può discutere”.

‘CIAO SARRI & JORGINHO’ – Poi si passa a parlare della trattativa-fiume per Jorginho, destinato al campionato inglese. Ma non al Manchester City…: “Sarri al Chelsea è in dirittura d’arrivo, poi dipenderà solo da lui. I miei avvocati hanno stilato un testo che è stato sottoposto ai suoi avvocati,chi vivrà vedrà. Jorginho nell’affare? Pur considerandolo un ottimo giocatore, per il gioco di Ancelotti e prevedendo la credibilità relativa dei cinesi per Hamsik, s’è deciso di accettare le richieste che sono partite dal City e dovrò scusarmi con loro. La trattativa l’ho chiusa 15 giorni fa, risolvendo varie questioni. Se il giocatore preferisce Londra a Manchester lo posso capire, poi se il Chelsea lo paga di più lo posso capire di più ancora e non posso farci nulla. Jorginho al Chelsea non dipende da Sarri”.

CHE MERCATO SARÀ? – “I big resteranno, poi Ancelotti potrà provare tutto. Adesso inizierà un periodo di verifica, dall’11 agosto avremo diversi giorni per capire eventualmente a chi dare chi non si amalgama col gioco. Il problema è la sovrabbondanza di giocatori, Carlo mi ha detto che non vuole più di x giocatori per evitare confusione. Cavani? e uno dovesse lavorare attraverso i desideri dei tifosi non vincerebbe mai nulla. Ma questi di cui sento parlare sono soltanto i vecchi rinco….iti di cui fate i nomi?”.

‘SARRI CHI?’ – I fuochi d’artificio finali sono per l’ex allenatore, la sua gestione della scorsa stagione e pure quella dei social network…: “Quei 91 punti servono solo a chi dico io… Episodi controversi? Abbiamo fatto un passo avanti col VAR, ora mi batto per le modifiche per evitare di pensar male. Se non fossero accadute certe cose chiare a tutte, avremmo superato di 1 o 2 punti la concorrente. L’uscita dalle coppe però non posso condividerla, tra l’altro ha determinato una perdita di bilancio di 15 milioni di euro. Ancelotti non ha bisogno che noi lo presentiamo… Sapete quanti followers ha? 10.000.000 contro i 10.000 di Sarri…”.

De Laurentiis show nello spogliatoio…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy