Di Campli, bordate a Raiola: “La dignità non si compra con i soldi”

Di Campli, bordate a Raiola: “La dignità non si compra con i soldi”

L’ex agente di Verratti all’attacco: “Raiola si è rivelato per quello che è, cioè il nulla”

di Redazione ITASportPress

Sono già passati mesi dalla separazione tra Marco Verratti e l’agente Donato Di Campli. Il centrocampista del Paris Saint-Germain e della Nazionale italiana si è poi affidato a Mino Raiola, procuratore dei vari Balotelli, Ibrahimovic e Donnarumma. Nel corso di una intervista rilasciata ai microfoni di Tuttosport, Di Campli si è tolto qualche sassolino dalla scarpa ed ha attaccato il collega: “Questa vicenda mi ha insegnato che comportarsi bene non sempre paga. Si è trattato di una cosa talmente brutta che non riesco a trovare le parole. Comunque resto quello che sono, con i miei pregi e difetti. Una cosa è certa: ringrazio Marco e la sua famiglia per aver creduto in me”.

RAIOLA – “Tutti pensano che io ce l’abbia con lui, ma non è vero. Raiola fa il suo lavoro, semmai è dal punto di vista umano che lo critico. Marco ha resistito a lungo, poi ha ceduto dopo una lunga insistenza dell’agente. Io dico che i soldi sono importanti, ma si resta innanzitutto uomini. Avrei almeno apprezzato una telefonata da parte di Raiola che invece si è rivelato per quello che è, cioè il nulla: la dignità non si compra con i soldi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy