Europa League, Atalanta rimontata dal Sarajevo: l’andata del preliminare finisce 2-2

Europa League, Atalanta rimontata dal Sarajevo: l’andata del preliminare finisce 2-2

Delusione per i neroblu, che vanificano in 6′ il dominio della prima ora di gioco: non bastano i gol dei difensori

di Redazione ITASportPress

Prima stagionale ufficiale dolce e amara per l’Atalanta, che non va oltre il 2-2 casalingo contro il Sarajevo nell’andata del secondo turno preliminare di Europa League. Al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia la squadra di Gasperini ha incontrato le temute difficoltà sul piano atletico: se infatti dal punto di vista tecnico non c’è stata partita per un’ora, la Dea è crollata fisicamente negli ultimi 25′, pagando un prezzo salato attraverso la rimonta dei bosniaci, travolti nei primi tre quarti di partita, ma graziati dagli errori di mira degli attaccanti dell’Atalanta. Giovedì prossimo a Sarajevo solo una vittoria o un pareggio segnando almeno tre reti permetterà ai neroblu di proseguire la marcia continentale.

Nel primo tempo in campo c’è solo l’Atalanta, che la sblocca al 13′ con Toloi, bravo a sfruttare una sponda del solito Masiello su corner di Gomez. Il Papu però sbaglia qualcosa di troppo sottoporta, proprio come nel finale della scorsa stagione, vanificando anche il gran movimento di Barrow. Al terzo di recupero però arriva il raddoppio, ancora da palla inattiva: punizione di Gomez, la sponda questa volta è di Toloi e a insaccare è Mancini.

In avvio di ripresa sale in cattedra il portiere del Sarajevo Pavlovic che strega prima Gosens e poi Barrow e il subentrato Zapata, così la gara gira inaspettatamente nel giro di sei minuti, in coincidenza con l’ingresso in campo di Handzic, che al 23′ sfrutta un liscio di Mancini e al 29′ serve a Sisic il pallone dell’incredibile 2-2. Atalanta sfiduciata e sulle gambe, neppure sette minuti di recupero modificano il risultato.

La gaffe del figlio di Gomez alla playstation

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy