Ferrero, il Gip: “Drenate risorse economiche dalla Sampdoria per motivi estranei alle finalità sociali”

Ferrero, il Gip: “Drenate risorse economiche dalla Sampdoria per motivi estranei alle finalità sociali”

Emergono nuovi dettagli dopo i sequestri subiti dal presidente della società blucerchiata

di Redazione ITASportPress

“E’ evidente come dalla ricostruzione dei rapporti economico-commerciali la Vici srl è stata utilizzata dal gruppo Ferrero quale schermo societario al fine di drenare risorse economiche dalla U.C. Sampdoria allo scopo di impiegarle, per motivi estranei alle finalità sociali, in particolare per finanziare la produzione e distribuzione di film” attraverso altre aziende.

Questo è quanto scrive il gip di Roma, Antonella Minunni, nel decreto con cui ha disposto una serie di sequestri che coinvolgono anche il presidente blucerchiato Massimo Ferrero.

Dalle indagini della Gdf sono inoltre emerse una serie di finte controversie di lavoro davanti alla Direzione territoriale del Lavoro di Roma attraverso le quali sono stati conclusi cinque accordi transattivi da 100.000 euro ognuno simulando l’esistenza di rapporti di lavoro subordinato con cinque società del gruppo. Soldi che, in buona parte, sostiene sempre la Guardia di Finanza, sono poi stati utilizzati per l’acquisto di un immobile di pregio a Firenze.

Secondo la GdF, Ferrero avrebbe fatto sparire dalle casse della Sampdoria 1,2 milioni, parte dei soldi incassati per la cessione al West Ham di Pedro Obiang nell’estate del 2015. Il denaro sarebbe stato distratto attraverso l’utilizzo di fatture false emesse da una società riconducibile a Ferrero, anche se amministrata da un altro soggetto.

Dal provvedimento di 42 pagine emerge che oltre al presidente della Samp sono indagati dai pm della Procura di Roma anche la figlia dell’imprenditore Vanessa, il nipote Giorgio Ferrero oltre che la compagna Manuela Ramunni. Nel registro degli indagati anche i manager Marco Valerio Guercini e Andrea Diamanti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy