Genoa e Sampdoria, accordo con il Comune per la gestione del ‘Ferraris’

Genoa e Sampdoria, accordo con il Comune per la gestione del ‘Ferraris’

I due club dovranno versare rate di 60.000 euro mensili per estinguere il debito per l’utilizzo dello stadio

di Redazione ITASportPress

Importante svolta a Genova per l’utilizzo dello stadio “Luigi Ferraris” da parte di Genoa e Sampdoria.

Giovedì scorso, come riporta Sampdorianews.net, i rappresentanti delle due società si sono riuniti con le alte cariche comunali per trovare un accordo volto a sanare la situazione di morosità che entrambi i club hanno nei confronti dell’amministrazione comunale per l’utilizzo di Marassi.

L’accordo è stato raggiunto e in tempi brevi sarà formalizzato sotto forma di un contratto, i cui tratti salienti sono stati riassunti dall’assessore al Bilancio Paolo Piciocchi: “Genoa e Sampdoria dovranno versare tranche di 60 mila euro mensili per due anni fino a coprire tutto il debito. Se non rispetteranno il piano di rientro ci rivarremo sulla fideiussione che abbiamo già ottenuto”.

Previste quindi, di fatto, delle penali qualora il debito non venisse estinto, scenario quest’ultimo da scongiurare qualora le due società volessero partecipare al bando, che scadrà il 15 agosto, per l’acquisto dell’impianto, di proprietà del Comune, la cui base di vendita è fissata a 16.578.000 euro.

Definito anche l’accordo sulla gestione e l’organizzazione dei servizi di sicurezza, come l’impiego di polizia municipale in occasione delle partite, di cui si occuperà il Comune.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy