Ibrahimovic, prime crepe con la Mls: “La mia squalifica è ridicola”

Ibrahimovic, prime crepe con la Mls: “La mia squalifica è ridicola”

Lo svedese ha dovuto scontare una giornata di squalifica per aver rinunciato a giocare l’All Star Game contro la Juventus

di Redazione ITASportPress

I regolamenti, si sa, vanno rispettati. Da tutti, anche quando a volte vanno contro la logica. Zlatan Ibrahimovic ne sa qualcosa e allora ecco il primo momento di tensione tra il fuoriclasse svedese e la Major League Soccer da quando, a marzo, l’attaccante ha deciso di chiudere la propria carriera con la maglia dei Los Angeles Galaxy.

Sul campo il rendimento è positivo, ma quel rifiuto di Ibra, stanco per i troppi impegni, a prendere parte all’All Star Game che, la notte del 1° agosto italiano, ha visto una selezione dei migliori giocatori del campionato statunitense sfidare la Juventus, ha imposto alla Lega di squalificare Ibrahimovic per una giornata.

La reazione, prevedibilmente, non è stata delle più concilianti: “Quello che è successo è ridicolo, ma non commento, fanno quello che vogliono. Vengo da un mondo diverso, vengo dal mondo reale. È così e rispetto la loro decisione. Mi dispiace solo non aver potuto aiutare i miei compagni di squadra. Le persone sono interessate a cose diverse. Ci perdono loro, a me non importa”.

Sembrano però averci perso pure i Galaxy, che senza la propria stella sono stati sconfitti per 2-1 dai Colorado Rapids…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy