Il San Valentino del Barcellona: due anni senza rigori contro in campionato

Il San Valentino del Barcellona: due anni senza rigori contro in campionato

L’area dei blaugrana è offlimits per gli avversari dal 14 febbraio 2016

Commenta per primo!

Per il Real Madrid è proprio una stagione da dimenticare. Il distacco in campionato dal Barcellona è sensibile, il bis in Liga è ormai impossibile e… allora non resta che attaccarsi alle, potenziali, polemiche arbitrali.

In settimana infatti i grandi rivali blaugrana “celebreranno” un anniversario davvero particolare, quello dei due anni senza vedersi fischiare un calcio di rigore contro. L’ultimo fu il 14 febbraio 2016 contro il Celta Vigo, quando a trasformarlo fu lo svedese John Guidetti nella partita vinta 6-1 dai catalani.

Da quel giorno, non si più visto un pallone sul dischetto nell’area del Barcellona. Casualità o la solita sudditanza psicologica verso le grandi? Il tipo di gioco della squadra di Luis Enrique prima e Valverde poi fa propendere per la prima ipotesi, anzi permetterebbe di derubricare il tutto a una mera ragione tattica, perché a furia di tenere il pallone e di pressare ferocemente appena lo si perde, è chiaro che per gli avversari è difficile tanto tirare in porta che avvicinarsi all’area di rigore, ma il partito dei complottisti prende forza, pensando anche al fatto che già lo scorso anno il Barcellona stabilì un primato analogo, quello di essere la prima squadra in 40 anni a non subire rigori o espulsioni nelle prime 28 giornate.

Se si pensa però che il più clamoroso errore arbitrale della stagione della Liga l’ha subito proprio il Barcellona, il gol (poco) fantasma non concesso a Messi a Valencia il 26 novembre, le polemiche non possono che spegnersi…

Barcellona, Yerri Mina gioca scalzo…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy