Italia, l’ex Graziani ha la ricetta: “Ventura metta tutti nel proprio ruolo”

Italia, l’ex Graziani ha la ricetta: “Ventura metta tutti nel proprio ruolo”

Il parere del campione del mondo 1982 sulla gara che può cambiare la storia azzurra: “Insigne è il nostro unico, vero talento”

Commenta per primo!

Insigne, Candreva e Immobile. Sono questi i tre giocatori chiave sui quali puntare per scacciare la paura di non andare al Mondiale.

La pensa così Francesco Graziani, uno che di Mondiali se ne intende, pur essendo uscito per infortunio nei primi minuti della storica finale del 1982.

“Non capisco perché Ventura non abbia schierato Jorginho nella prima partita. Lui con Parolo e De Rossi interni possono comporre un ottimo centrocampo. Ma soprattutto – argomenta il grande ‘Ciccio’ intervistato da ‘Il Mattino’ – bisogna che ogni giocatore giochi nel proprio ruolo: Insigne deve fare ciò che fa nel Napoli, Immobile il centravanti e Candreva ricoprire il ruolo che fa all’Inter”.

Per tutti la rimonta avverrà, ma chi tante notti così le ha vissute sul campo sostiene che la pressione sarà tanta…:”
“La paura c’è, magari può essere un elemento positivo: due gol alla Svezia si possono fare, ma bisogna indovinare la serata giusta. Le colpe del c.t. ci sono, ma a Stoccolma è anche vero che Belotti e Immobile non si sono creati mai un’occasione, non hanno mai scambiato con i centrocampisti. Così è dura”.

Non resta che aggrapparsi alle giocate del migliore…: “Insigne è l’unico talento della nostra nazionale, è bravo a segnare, ma anche nelle rifiniture, a tratti in Champions League ha messo in difficoltà il Manchester City da solo”.

Pep Guardiola elogia Lorenzo Insigne

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy