Juventus-Napoli, il doppio ex Ferrara: “Ronaldo e Insigne? La decideranno gli allenatori…”

Juventus-Napoli, il doppio ex Ferrara: “Ronaldo e Insigne? La decideranno gli allenatori…”

L’ex difensore fa le carte alla super-sfida: “Allegri e Ancelotti sono i migliori nel leggere le gare”

di Redazione ITASportPress

L’uomo dei sette scudetti, due a Napoli e cinque a Torino, è seriamente combattuto. Nel tifo, ovvio, che da bandiera di entrambi i club Ciro Ferrara non confessa neppure sotto tortura, ma soprattutto nell’analisi tattica e nel pronostico della super-sfida dell’Allianz Stadium” tra Juventus e Napoli, già di fronte alla settima giornata.

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, l’ex difensore inizia elogiando Carlo Ancelotti, ex compagno in Nazionale ed ex allenatore proprio a Torino:

CAPOLAVORO CARLO – “Ancelotti si è reso conto da allenatore bravo e intelligente qual è che il 4-3-3 senza Jorginho non era la scelta migliore, da qui la virata sul 4-4-2 che sta esaltando l’istinto del gol di Insigne. Poi così la difesa è più solida e tutta la squadra gioca meno. Inoltre la scelta di puntare sul turnover è stata coraggiosa, da anni a Napoli giocavano sempre gli stessi. Adesso la squadra è meno prevedibile e meno facile da leggere tatticamente. La Juve ha inserito giocatori come Ronaldo, Emre Can e Cancelo in una rosa già fortissima. E Bernardeschi sta benissimo”.

‘LA DECIDONO I MISTER’ – “Mi aspetto una partita tattica, potrebbero essere decisive le mosse degli allenatori magari nel secondo tempo attraverso le sostituzioni, visto che entrambi in panchina avranno soluzioni eccezionali: Dybala o Bernardeschi, Milik o Mertens. Sono i due tecnici italiani che sanno leggere meglio le partite”.

NON SOLO CR7 E INSIGNE... – Chiamato a scegliere i possibili giocatori decisivi, non tra Ronaldo e Insigne, Ferrara non ha dubbi: “Cristiano è imprevedibile e si esalta nelle grandi sfide, ma dico Pjanic e Callejon, il primo è insostituibile per come detta i tempi e sa essere determinante sui calci piazzati, lo spagnolo è l’equilibratore tattico e con i suoi tagli può fare male alla Juventus”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy