Libertadores senza pace, il Boca: “Pronto il ricorso al Tas”

Libertadores senza pace, il Boca: “Pronto il ricorso al Tas”

Il presidente degli Xeneizes Bruno Angelici vuole la vittoria a tavolino: ma domenica si gioca…

di Redazione ITASportPress

Domenica sera nella cornice del “Santiago Bernabeu” si giocherà la finale di ritorno di Coppa Libertadores tra il River Plate e il Boca Juniors, dopo le note traversie che hanno spinto la Conmebol a far disputare la partita in campo neutro e non al “Monumental”, come da calendario.

Si ripartirà dopo il 2-2 dell’andata (i gol in trasferta conteranno quanto quelli in casa), ma i disordini e le polemiche incrociate tra club e Federazione non si è ancora spenta.

Se infatti il River lamenta il fatto di non aver potuto giocare in casa e il fatto che lo stadio di Madrid sarà aperto a entrambe le tifoserie, dall’altra parte il Boca non ha smesso di chiedere la vittoria a tavolino.

Anzi, dopo il pronunciamento della Conmebol, che ha respinto il ricorso presentato dalla società, il club della “Bombonera” è pronta a rivolgersi al Tas.

A dichiararlo è stato Daniel Angelici, il presidente degli Xeneizes: “Crediamo nei regolamenti della Conmebol – ha dichiarato Angelici in un’intervista a El Larguero – Oggi stesso presenteremo ricorso al Tas. Questa è una questione che differisce dalla mia responsabilità di presentare la squadra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy