Lippi: “Con Tavecchio calcio senza sentimenti. Ventura? Non l’ho denigrato, ma…”

Lippi: “Con Tavecchio calcio senza sentimenti. Ventura? Non l’ho denigrato, ma…”

Il c.t. della Cina: “In questo momento non vedo un futuro brutto per l’Italia, ci sono tanti giovani calciatori che garantiranno grandi prestazioni”

di Redazione ITASportPress

Marcello Lippi, che nel 2006 ha portato l’Italia sul tetto del mondo, analizza il delicato momento del nostro calcio ai microfoni del Tg1; ecco quanto dichiarato dall’attuale commissario tecnico della Cina: “In questo momento non vedo un futuro brutto per l’Italia, ci sono tanti giovani calciatori che garantiranno grandi prestazioni. Per quanto riguarda la FIGC, penso che non è necessario essere scienziati: serve un presidente che conosca e viva il calcio, uno che trasmetta i sentimenti, cosa che non è accaduta nel recente passato. Penso che oggi è questo l’ostacolo principale, quello del commissario tecnico non è il problema più grande. Ventura? Non è vero che l’ho denigrato, ho solo detto che non sono stato io a sceglierlo”.

Mondiali 2006, l’Italia di Lippi campione: cielo azzurro sopra Berlino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy