Mercato finito? Il presidente dell’Olympiacos svincola Tachstidis e lo… ricompra per il Nottingham Forest

Mercato finito? Il presidente dell’Olympiacos svincola Tachstidis e lo… ricompra per il Nottingham Forest

La strana storia del centrocampista greco, al centro del “gioco di prestigio” di Evangelos Marinakis

di Redazione ITASportPress

In Italia, pur avendo indossato una mezza dozzina di maglie diverse, non ha lasciato tracce significative, se non nella memoria dei tifosi della Roma, quando Zdenek Zeman cercò di fare di Panagiotis Tachtisidis il nuovo Daniele De Rossi. L’esperimento durò poco, ancor meno della già breve parentesi-bis del tecnico boemo sulla panchina giallorossa, ma ora il centrocampista greco ex anche di Verona, Catania, Torino, Genoa e Cagliari, è tornato alla ribalta per una strana storia di mercato, che lo ha visto protagonista, ma al tempo stesso “vittima”.
In forza all’Olympiacos fino a giovedì, “Pana” si è svincolato, per poi firmare subito con il Nottingham Forest.

Tutto questo non sarebbe permesso dai regolamenti, se non fosse che le due società sono unite dalla stessa proprietà. Il presidente del club del Pireo, Evangelos Marinakis, è infatti anche il numero uno del Forest, club della Championship inglese, che ha quindi optato per questo curioso stratagemma, una volta realizzato che Tachtsidis non rientrava più nei piani dell’allenatore dell’Olympiacos, ma poteva fare al caso della nobile decaduta inglese, tuttora unica squadra che ha più Coppe Campioni in bacheca, due, consecutive nel 1979 e nel 1980, che titoli (uno, quello del 1978).

Marinakis, che è uno degli armatori navali più ricchi del Pireo, oltre che membro del consiglio comunale di Atene, ha prima comunicato la rescissione del centrocampista con il club greco, di cui è proprietario dal 2010, e poi, l’indomani, la firma con il Nottingham per due anni. Marinakis è al timone del Forest dal 2017 e punta al ritorno in Premier League, categoria dove la squadra manca dal 1999.

E la Fifa? Non può eccepire nulla, perché la gestione arbitraria del contratto da parte di un presidente di due squadre permette di aggirare il sistema dei trasferimenti. Il problema, quindi, sembra chiamarsi nel caso multiproprietà…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy