Mondiale, la FIFA nega le inquadrature sulle tifose per le finali: “Basta sessismo”

Mondiale, la FIFA nega le inquadrature sulle tifose per le finali: “Basta sessismo”

A Russia 2018 più casi di sessismo che di razzismo, rileva il dipartimento per la responsabilità sociale Fifa: scattano le contromosse…

di Redazione ITASportPress

Il Mondiale 2018 è agli sgoccioli ed il bilancio è positivo, su tutti i fronti. Tanti gol (e pure il record di autoreti…), risultati sorprendenti, ma soprattutto organizzazione soddisfatta per lo spettacolo e la correttezza dei tifosi sugli spalti, ma pure fuori, visto che non c’è stata ombra degli incidenti tanto temuti alla vigilia.

La perfezione però non esiste e allora a rovinare tutto ecco le idee sbagliate di qualche regista, che hanno fatto infuriare la FIFA. In vista della finale per il terzo posto tra Inghilterra e Belgio e di quella che assegnerà la Coppa tra Francia e Croazia, rispettivamente sabato e domenica, il massimo ente calcistico mondiale è infatti pronto a richiedere di ridurre le riprese di tifose attraenti, in quanto considerate di carattere sessista.

A dichiararlo è stato il capo del dipartimento per la responsabilità sociale FIFA Federico Addiechi, secondo quanto riportato da AP. Secondo Addiechi Russia 2018 andrà in archivio in modo positivo per quanto riguarda i casi di razzismo (leggi insulti o cori in campo), ridotti al minimo, ma non per quelli di sessismo, che sarebbero stati frequenti.

In effetti, si è assistito a numerosi casi di molestie da parte di gruppi di tifosi decisamente troppo esuberanti nei confronti di reporter di varie parti del mondo, avvenenti sì, ma disturbate in modo appunto molesto mentre svolgevano il proprio lavoro, si sono verificati numerosi casi di molestie da parte dei tifosi nei confronti di croniste.

Segna Kane, follie in Inghilterra

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy